La Commissione Sanità del Senato ha approvato il parere sulla legge di delegazione europea: favorevole con osservazioni.
Si è concluso in 12° Commissione l’esame della Legge di delegazione europea che contiene un pacchetto di normative comunitarie da recepire nell’ordinamento nazionale. Il parere approvato nella seduta di ieri contiene osservazioni anche sui provvedimenti riguardanti la salvaguardia della biodiversità, le informazioni ai consumatori di alimenti di origine animale e l’adeguamento alle norme di polizia sanitaria da applicare agli equidi da Paesi terzi.

Specie esotiche invasive- In relazione all’adeguamento del diritto nazionale alla normativa europea concernente le specie esotiche invasive, la Commissione ritiene che “occorrerebbe in sede attuativa assicurare che le prefigurate misure di eradicazione siano conformi alle prescrizioni di cui gli articoli 17 e 19 del regolamento (UE) n. 1143/2014, ossia tali da risparmiare agli animali dolore, angoscia o sofferenza evitabili”.

Etichettatura degli alimenti– Il Govenrno è  delegato ad emanare decreti legislativi per l’adeguamento della disciplina nazionale alle disposizioni stabilite dalla normativa europea in materia di etichettatura ed informazione sugli alimenti ai consumatori. Nel parere approvato dalla Commissione si legge che ” va tenuta presente l’esigenza di assicurare un’adeguata e costante attività di vigilanza per evitare che la normativa oggetto di attuazione possa essere violata o elusa, nell’ottica della tutela del consumatore e dei prodotti made in Italy”.  In proposito, il parere rinvia “alle indicazioni in tema di rafforzamento delle attività di vigilanza e di contrasto degli illeciti nel settore agroalimentare contenute nella risoluzione approvata dalle Commissioni riunite 9a e 12a a conclusione dell’esame dell’affare assegnato sulla riduzione dell’impiego di antibiotici nell’allevamento animale”.

Equidi da Paesi Terzi– In relazione al “pur tardivo recepimento” della direttiva 2009/156/CE, relativa alle condizioni di polizia sanitaria che disciplinano i movimenti di equidi e le importazioni di equidi in provenienza da paesi terzi, la Commisione ” osserva che è comunque opportuno adeguare l’ordinamento interno alla codificazione che ha avuto luogo in materia a livello europeo, sebbene la direttiva oggetto di recepimento risulti già abrogata con decorrenza dal 21 aprile 2021 (ad opera del regolamento 2016/429)”.

Condizioni di polizia sanitaria per gli equidi da Paesi Terzi

Specie invasive, dopo l’Europa tocca all’Italia legiferare

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?