Dovrà pagare una pena pecuniaria di 5mila euro il proprietario di un cane che, scappato dal giardino della casa dove viveva s’è azzuffato con un altro quattrozampe che passava per strada portato al guinzaglio dal proprietario, il quale a sua volta nel tentativo di dividere gli animali è rimasto ferito ad una mano. Il fatto è avvenuto nel Bolognese. Lo ha stabilito la VI sezione penale della Corte di Cassazione, scrivendo così la parola fine ad una vicenda che risale a cinque anni fa. La sentenza (n.41963) è del 14 settembre scorso. Ne dà notizia il sito Cassazione.net.

L’«omessa custodia»

«I giudici in sostanza parlano di omessa custodia — spiega Debora Alberici, giurista e ideatrice del sito on line che dedica anche una sezione al mondo animale — e applicano l’art. 590 del Codice penale. Il proprietario del cane fuggito dalla villetta s’è difeso sostenendo che i due cani si sono incontrati in una strada di campagna dove si può presumere circolino cani senza guinzaglio». Ma i giudici hanno chiarito che l’altro proprietario pur avendo visto il cane in libertà non era tenuto ad arretrare e hanno confermato la condanna del tribunale. «È correttissimo — commenta la giurista — che un cane debba essere custodito sempre, anche in zone di campagna ».

Cosa fare in questi casi

C’è una scuola di pensiero secondo cui , qualora due cani si azzuffino, sia meglio che l’uomo non intervenga. Perché quando tra i due si sarà stabilito un rapporto gerarchico la zuffa terminerà. «Se l’aggressore è determinato, l’altro cane non potrà essere sottratto agli esiti determinati da un tipico combattimento tra cani — aggiunge Daniele Mazzini, istruttore ed educatore —. Inoltre le nostre azioni, se non mirate come quelle che potrebbero essere messe in atto da un navigato addestratore cinofilo, ci farebbero subire lesioni anche gravi agli arti». Se entrambi i due contendenti sono piccoli, aggiunge Mazzini, «suggerisco il semplice sollevamento tramite guinzaglio, cosa da evitare se l’aggressore è invece di media o grossa taglia. Infine, sconsiglio di utilizzare spray al peperoncino o altri strumenti che possono provocare dolore, perché se il cane è deciso a mordere il dolore potrebbe aumentare la sua determinazione. Suggerisco invece di usare come idrante verso il muso del cane una borraccia tipo ciclista. Non c’è la garanzia di fermare la lotta ma l’effetto sulla psiche del cane è, spesso, così destabilizzante da produrre un momento abbastanza lungo di “perplessità ” utile alla riduzione o remissione della aggressività».

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?