JESOLO. Bimbo sfugge all’assalto di un pitbull in zona Pineta e finisce in acqua, paura sulla spiaggia a Est del Lido. L’altro pomeriggio, ad assistere alla scena, c’era Claudio Vianello, ex consigliere comunale e blogger di Jesolo, ma soprattutto uno di quelli che contro i cani sulla spiaggia ha iniziato una vera e propria crociata da molti anni. Il bambino, sui 10 anni, stava giocando un po’ distante dal padre quando un pitbull si è messo a correre verso di lui. Il piccolo ha iniziato a sgambettare terrorizzato dal cane ed è finito in un una grande pozza d’acqua che si era formata tra le secche della zona Pineta. Non ha potuto fare altro nella sua corsa imbattendosi nella grande piscina naturale di acqua salata. Si è completamente bagnato ed è sfuggito comunque al cane libero e senza museruola, poi raggiunto dal padrone e fermato.«Quest’ultimo non si è neppure scusato», ricorda Vianello che è corso anche lui dal bambino per cercare di aiutarlo, «io mi chiedo se sia possibile e accettabile tutto questo. Soprattutto d’inverno la spiaggia è un posto insicuro a causa della presenza di così tanti cani che corrono liberi e distanti dai loro padroni. Il bambino è finito in una grande pozza di acqua salata», aggiunge Vianello, «bagnandosi completamente e iniziando a piangere impaurito e infreddolito. Poteva andare anche peggio. Il padre è arrivato di corsa, poi sono sopraggiunto io che stavo scattando delle fotografie ai paesaggi. Il padrone del cane non ha neanche chiesto scusa, se lo è preso ed è andato via. Mi chiedo a che punto arriveremo di questo passo. Forse saranno lasciati liberi gli intoccabili cani e noi terremo al guinzaglio i nostri bambini. Da anni sono appassionato di maratone e corro anche sulla spiaggia, ogni volta con il rischio di dovere scappare a qualche cane che mi corre dietro. E come me tanti altri».Anche Andrea Tomei, altro ex consigliere comunale, ha raccontato in rete di essere stato avvicinato da un cane libero sulla spiaggia della Pineta, annunciando di aver preso in considerazione l’idea di aggirarsi armato per difendersi.Nei giorni scorsi, l’Ada, Associazione per i diritti degli animali, con la socia storica Luciana Bedin, aveva contestano la durezza e le critiche di Vianello, ricordando che il peggior animale non è certo il cane, ma l’uomo. E ha invitato a usare il buon senso, quindi a tenere i cani al guinzaglioe con la museruola se sono pericolosi, senza fare inutili battaglie o invocare chiusure della spiaggia. «Invito i cittadini a formare squadre per spalare le cacche di cane dalla spiaggia», conclude Vianello, «credo ci vorranno dei camion».Giovanni Cagnassi©RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?