La cheratite punctata superficiale è una patologia che colpisce la cornea e si manifesta nelle fasi iniziali con numerosi difetti epiteliali puntiformi, spesso positivi alla colorazione con fluoresceina (ovvero è presente un danno epiteliale) circondati da edema dello stroma corneale: l’effetto visivo nel complesso risulta simile a quello di una buccia d’arancia. Solo in un secondo tempo diviene evidente la vascolarizzazione della cornea che tende a circondare le lesioni che sono suscettibili di approfondimento grave nello stroma corneale.

cheratite punctata cane

Le cellule presenti nell’infiltrato cellulare delle fasi iniziali sono linfociti e plasmacellule, indicative di una possibile origine immunitaria della patologia.

Spesso, anche dopo la guarigione, possono presentarsi delle recidive che nel tempo portano ad una pigmentazione della cornea.

La cheratite puntata superficiale è più frequente nei giovani adulti e la maggior parte dei casi viene riportata nel bassotto a pelo lungo e nel barbone.

La terapia si basa sull’uso di steroidi topici con buoni risultati: spesso questo tipo di trattamento va prolungato per il resto della vita per l’alto tasso di recidive e di casi cronici. In alcune forme può essere utile l’utilizzo della ciclosporina.

A cura della Dott.ssa Valentina Declame

Se ti è piaciuto l’articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?