Giovedì, 07 Aprile 2016 09:21

MARCO della torreIl Presidente di ANMVI Abruzzo in audizione oggi presso la V Commissione regionale (Salute)  sulle ‘problematiche riscontrate nella lotta al randagismo”.

Convocato dal Presidente Mario Olivieri, il Presidente di ANMVI Abruzzo Marco della Torre svolgerà  un intervento per portare “uno stimolo alla pubblica amministrazione ad individuare obiettivi condivisi e condivisibili, attraverso la piena collaborazione con le strutture veterinarie private, ormai ubicate capillarmente sul territorio abruzzese e disponibili a perseguire risultati raggiungibili”.
L’ha dimostrato l’emergenza sismica di sette anni fa, come continuano a darne dimostrazione quelle amministrazioni che hanno saputo fare rete “tra comuni, ASL e veterinari liberi professionisti e che hanno portato ad un’evidentissima riduzione del fenomeno randagismo e una maggiore sensibilizzazione della popolazione nei confronti di tale tema”- dichiara Della Torre.

ANMVI Abruzzo chiederà urgenti chiarimenti in merito alla destinazione delle risorse finanziaziaria, anteposte ai randagi ( numerosi sul territorio dell’entroterra abruzzese) per rivolgersi agli animali di proprietà “e che ancora una volta non coinvolgono i liberi professionisti del territorio”.

“L’assenza cronica di collaborazione con la veterinaria privata -dichiara Della Torre- spiega la ridotta sensibilità dei proprietari alla microchippatura e alla prevenzione. La gratuità dell’intervento, seppur auspicabile in tempi di crisi, dovrebbe essere rivolta a quelle fasce di popolazione veramente in difficoltà, perché altrimenti non è affatto educativa: la prevenzione del randagismo passa dall’istruzione a un corretto e responsabile rapporto col proprio pet. L’idea del possesso responsabile passa attraverso una capillare informazione , che parta soprattutto dalle scuole primarie con un’attività che prepari i ragazzi ad essere i cittadini di un futuro migliore per noi e per i nostri animali.” Si proporranno anche progetti su primo soccorso degli animali (in riferimento soprattutto alla recente normativa nazionale sul soccorso stradale), registro dei tumori animali (viste anche le inchieste tutte abruzzesi sull’inquinamento di falde acquifere, fiumi e mari) ed epidemiologia della leishmaniosi in Abruzzo, una malattia spesso difficilmente curabile negli animali e che sembra in aumento anche nella medicina umana: tutta la veterinaria abruzzese, sia pubblica che privata, si è già riunita e si dice pronta a raccogliere la sfida”.  (fonte)

Il testo dell’audizione sarà depositato in sede consiliare per la pubblicazione.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?