Chi lavora nei canili sa che quando qualcuno bussa alla loro porta per adottare un cane lo fa spinto da un gesto d’amore. Poi spesso la scelta non finisce sul quattrozampe che ha realmente più bisogno, ma si punta più al cucciolo, magari all’animale con l’aspetto più carino. E così spesso i cani anziani, quelli con qualche problema comportamentale, quelli acciaccati o con handicap e addirittura quelli color nero finiscono per rimanere dentro le gabbie.  

Dagli Stati Uniti, più precisamente da Denver (in Colorado) arriva invece la storia di Steve Grieg che sceglie proprio i rifiutati: lui gira per i rifugi e chiede i cani che nessuno vuole e così ora a casa sua ci sono dieci quattrozampe tutti anziani. Più che una casa si dovrebbe ormai parlare di una fattoria visto che in salotto c’è anche il maiale Bikini che, stando sempre a contatto con i cagnolini, anche lui ha assunto i loro comportamenti. E la sua “speciale arca” continua poi con due polli, due anatre, diversi gatti, un coniglio, due piccioni e un laghetto per i pesci colorati. 

La decisione di Grieg, che lavora come contabile, è arrivata dopo che un evento triste. «Ero rimasto sconvolto dalla morte del mio cane – racconta Grieg -. Dopo due mesi era ancora tristissimo. E così ho deciso che mi sarei sentito meglio se avessi fatto qualcosa di buono. Probabilmente tutto questo non sarebbe mai accaduto se non avessi perso il mio adorato animale». 

Grieg ha iniziato con un cane anziano e il resto è venuto di conseguenza. «Ho adottato un Chihuahua di 12 anni (di nome Eeyore) con un soffio al cuore e problemi alle quattro ginocchia. L’ho portato a casa, e quello era solo l’inizio per tutti gli altri cani anziani. Sono solo animali più saggi: sai un po’ di più di quello che vuoi dalla vita quando hai raggiunto una certa età. Questi cani sanno chi sono ed è facile sviluppare una relazione con una persona o un animale domestico che sa è». 

Ovviamente con così tanti amici animali in casa, la giornata diventa molto impegnativa, ma a Grieg questo non pesa, anzi pensa che ne valga la pena. «Una giornata normale per me inizia alle 5 del mattino quando preparo la colazione per tutti loro, senza dimenticare che la maggior parte dei dieci cani ha diete molto diverse fra di loro, Ma il loro amore mi ripaga di ogni sforzo». 

Una storia che ormai va avanti da anni e che è amatissima sui social network: sono quasi 800 mila le persone che quotidianamente seguono su Istagram le foto di questa allegra e variegata famiglia. 

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?