GROSSETO. La notte di Natale aveva scelto di restare con i suoi due cani, anziché lasciarli soli per farsi portare al pronto soccorso. Adele non poteva sapere che Raia, uno dei due quattro zampe che vivevano con lei e con sua sorella, avrebbe fatto altrettanto quando la donna sarebbe morta. Non poteva prevedere nulla di quello che sarebbe successo dopo la notte di Natale, dopo che gli operatori del 118 erano andati via da casa sua perché la donna non era voluta andare al pronto soccorso.

Adele Di Paola aveva 65 anni e viveva in un appartamento in via Cesare Cantù con sua sorella che da qualche giorno era stata ricoverata. Ieri, poco dopo l’ora di pranzo, Adele è stata trovata morta nel suo letto. Uno dei due cagnolini probabilmente non ha retto al dolore per la scomparsa della donna: anche lui è stato trovato morto accanto al letto, mentre Raia è rimasta a vegliare tutti e due.

Ci sono legami che oltrepassano la vita e la morte e quello di Adele con i suoi due cani è stato uno di questi. Il cagnolino più piccolo era malato e anziano: non si staccava nemmeno un attimo dalla sua padrona e probabilmente, quando si è accorto che Adele non rispondeva più, è morto di dolore. Raia invece è una femmina e ha avuto la forza di resistere: ieri, poco dopo l’ora di pranzo, quando i vigili del fuoco hanno aperto la porta scoprendo quello che era appena successo nell’appartamento, hanno incrociato gli occhi disperati di quel cane impaurito che si è fatto prendere dai volontari che lo hanno portato al canile.

Adele era stata uccisa da un malore. Il medico del 118 intervenuto insieme ai carabinieri non ha potuto fare altro che constatare la morte della donna. Morte che potrebbe essere avvenuta anche nei giorni scorsi.

Adele e sua sorella erano seguite dai servizi sociali: c’era un assistente domiciliare che si occupava di loro e che sabato mattina era andato a dare una mano alla sessantacinquenne con le faccende di casa. Ieri mattina avrebbe dovuto fare lo stesso, ma Adele non rispondeva al citofono e nemmeno al telefono.

Sulle prime l’assistente ha pensato che la donna fosse andata a trovare sua sorella in ospedale. Ma passata qualche ora, si è preoccupato e ha chiesto l’intervento dell’assistente sociale. L’allarme è arrivato così al comando dei vigili del fuoco: sono stati i pompieri ad arrivare nell’appartamento e scoprire quello che era successo. C’era il corpo di Adele, sul suo letto, uccisa da un malore. C’era il suo cagnolino, che i vicini avevano sentito abbaiare l’ultima volta il giorno di Natale, tanto che avevano segnalato il fatto

anche alla polizia municipale, credendo che la donna fosse andata in ospedale. Credevano tutti che ieri mattina Adele non fosse in casa: che fosse dalla sorella o che avesse deciso di farsi ricoverare. Invece Adele era morta insieme al suo cagnolino, mentre Raia vegliava su di loro.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?