Infuria la polemica, negli Stati Uniti, per l’iniziativa di un noto marchio di abbigliamento. Urban Outfitters, brand economico che impazza fra giovani e non, ha infatti deciso di donare un gattino ad ogni acquirente durante la Giornata Internazionale del Gatto

Avete capito bene. Si entra per comprare un paio di pantaloni o una camicia e si esce con un gatto in carne ed ossa. Per chi spende almeno sedici dollari c’è in regalo anche una maglietta e chi farà una donazione di cinque dollari otterrà il 30% di sconto sui suoi acquisti. La Peta (People for Ethical Treatment of Animals) è insorta su Twitter definendo l’idea “disgustosa”. Molti si chiedono se non sia più opportuno effettuare dei controlli sui potenziali adottanti, non bastando come criterio il gusto in fatto di vestiti. “Come possiamo essere sicuri che finiranno in buone case?”, si chiede ad esempio Frankie Palmeri della Peta. 

Fatto sta che l’iniziativa è ormai lanciata e i promotori non sembrano voler fare marcia indietro. La campagna è stata organizzata in collaborazione con Best Friends Animal Society, il più grande santuario per animali senza casa di tutti gli Stati Uniti e si terrà in una decina di punti vendita Urban Outfitters di New York. I mici verranno dati in adozione già microchippati e vaccinati. 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************