Arrivano dal Giurassico i resti di almeno 6 embrioni di un gigantesco rettile acquatico, l’ittiosauro, vissuto 180 milioni di anni fa. Sono descritti sulla rivista Proceedings of the Yorkshire Geological Society dai due paleontologi che li hanno scoperti, Mike Boyd e Dean Lomax, entrambi dell’Universita’ britannica di Manchester.

Gli embrioni formano un blocco unico e i ricercatori ne hanno contati almeno sei, ma potrebbero essere 8. Gli ittiosauri erano rettili acquatici che dominavano i mari giurassici. Partorivano i loro piccoli, non deponevano uova e non avevano bisogno di tornare sulla terraferma nemmeno per allattare i neonati.

I resti, ritrovati nel Nord Yorkshire, appartengono a un esemplare vissuto 180 milioni di anni fa, nel primo Giurassico. Solo 5 esemplari di ittiosauro con embrioni erano stati trovati finora in Gran Bretagna e nessuno con un numero cosi’ elevato. Questo e’ il primo scoperto nello Yorkshire e anche il piu’ giovane dal punto di vista geologico in quanto risale all’eta’ del Toarciano, la piu’ recente del Giurassico inferiore, l’epoca piu’ antica del Giurassico stesso.

Finora sono state documentate 8 specie diverse di ittiosauro con embrioni. La piu’ comune e’ lo Stenopterygius. Ne sono stati trovati piu’ di 100 esemplari in Germania, con un numero variabile tra uno e 11 embrioni. “I siti tedeschi – dice Dean – risalgono all’incirca alla stessa eta’ di questo inglese ed e’ possibile che il nuovo esemplare scoperto sia anch’esso uno Stenopterygius, ma nessuna caratteristica identificabile si e’ conservata nell’adulto o negli embrioni. Cio’ nonostante, questa e’ una scoperta importante”.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?