Benedetta Piano denuncia la situazione di indifferenza della città di Cagliari sul problema del randagismo: ecco cosa è successo a un cane rimasto solo nei pressi dell’asse mediano

Autore: Redazione Casteddu Online il 23/02/2017 12:30


di Benedetta Piano

Lettera aperta al nostro caro sindaco Zedda e a tutte le istituzioni .

Una serata qualsiasi si è trasformata per me in una lotta contro le istituzioni; sono una ragazza di 24 anni, ho un gran senso civico e da giovane cittadina in un paese che nel 2017 dovrebbe essere progredito mi aspetto che, in caso di necessità, io ottenga un aiuto concreto da parte di chi dovrebbe darmelo. Sono le 2:00 in punto, sto tornando a casa dopo una normalissima serata con una mia amica. Passo da via Calamattia e davanti all’Acentro per poco non mi schianto con la mia macchina contro un palo; non sono ubriaca né tanto meno distratta, c’è semplicemente un cane seduto in mezzo alla strada che non ha intenzione di spostarsi. È un cane curato, di media taglia con il pelo lungo e chiaro, non ha il collare ma penso sia scappato da qualche abitazione della zona; da buona cittadina chiamo immediatamente il corpo municipale. Premettendo che più volte mi è capitata una situazione del genere, mi sono sentita pronta e sono da subito stata convinta che dopo qualche chiamata alla polizia municipale il veterinario ASL di turno sarebbe intervenuto e avrebbe portato il cagnolone al sicuro. Mi preoccupo non solo per la vita del cane, essendo un’amante degli animali, ma anche per i malcapitati che potrebbero investirlo o che potrebbero avere un incidente evitandolo; d’altra parte non sarebbe ne il primo ne l ultimo caso di incidente stradale per un motivo del genere che sarebbe facilmente risolvibile.

Si son fatte le tre e mezzo nel frattempo, ho richiamato due volte e la risposta del poliziotto è stata sempre la stessa: solo una pattuglia era in servizio e al momento si trovava occupata, ciò che mi preme però è sottolineare con quanto menefreghismo e superficialità viene trattata questa ‘piaga’ del randagismo a discapito dei poveri cani che finiranno sicuramente sotto qualche auto o a girovagare per la città senza cibo, acqua né aiuto. Ho aspettato due ore e nessuna pattuglia si è fatta viva, c’eravamo solo io e il cane, che mi guardava sofferente aspettando qualcosa; ho provato a farlo avvicinare con dei biscotti, chiamandolo con dolcezza ma ogni volta si dirigeva sempre più in mezzo alla strada. Sono dovuta tornare a casa perché mi sono trovata SOLA senza nessun aiuto, ho provato a fermare dei passanti per far segnalare anche da loro la presenza di questo animale. Non ho potuto fare nulla e mi sono sentita oltre che in colpa impotente davanti a una situazione che non era mio compito risolvere ma soltanto segnalare. Com’è possibile che ci sia solamente una pattuglia in servizio nella notte? Che sicurezza possiamo avere noi cittadini sapendo questo? Questa mia lettera è un appello per il sindaco, per le istituzioni e per tutte quelle associazioni che ogni giorno lottano e combattono contro l’abbandono degli animali e il randagismo: sono davvero l’unica che si dispera davanti a scene del genere? Nel 2017, dopo gli innumerevoli progressi scientifici, dopo che veniamo esortati ad essere dei buoni cittadini, dopo che paghiamo fior fiore di tasse è possibile che non esista un ente che si occupi del recupero e dello stallo dei cani fino al trasferimento al canile? Mi appello a voi sperando che questa lettera venga pubblicata e letta da tanto, ma soprattutto che si trovi un padrone per questo povero cane e per i tanti che stanno in mezzo alla strada. 

PUBBLIREDAZIONALI Casteddu Online

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?