foto Getty Images

Per chi non ne può più di leggere post su Facebook su quanto sono belli, bravi buoni i cani, per chi a La carica dei 101 preferisce mille volte Gli Aristogatti, per chi ha letto l’articolo Un mese da cani a p. 124 di Glamour di maggio e ha pensato: e i mici? Ecco, questa è la risposta di “noi gattari”: abbiamo selezionato film, app, situazioni e profili social in cui protagonisti sono i felini. Miao!

1. kedi

FILM
Dopo lo straordinario successo di Come un gatto in tangenziale (dove il felino, però, appare più nel titolo che nelle inquadrature) e l’uscita, lo scorso aprile, di Cat Heaven Island, il documentario di Landon Danoho ambientato a Tashirojima, l’isola giapponese in cui vivono più gatti che umani – il 22 maggio, i mici tornano protagonisti sul grande schermo: arriva al cinema il docu-film Kedi, la città dei gatti di Ceyda Torun, regista turca innamorata di Istanbul e dei suoi abitanti… a quattro zampe. Un lungometraggio che solletica due desideri: quello di prenotare un viaggio sul Bosforo e quello di adottare subito un pelosetto (kedi in turco significa proprio “gatto”). Saremmo pronti a scommettere che il film sarà un successo, ma… meglio non dire gatto!

Un cryptokitty da allevare

Un CryptoKitty da allevare

APP
Espressioni enigmatiche, sguardi perplessi, movenze indecifrabili, addio: da oggi è possibile sapere tutto quello che passa per la testolina del nostro micio. Basta scaricare Frimousse, un’applicazione deputata a decriptare il gatto-pensiero. Immortalate il micio con la fotocamera interna all’app: la foto verrà immediatamente corredata da un fumetto (solitamente esilarante), da postare subito su Instagram. Per chi, poi, agli animaletti in carne e pelo, preferisse la versione virtuale, arriva CryptoKitties, il simil-tamagotchi per collezionare, allevare e sfamare gatti 2.0. Lanciato a novembre dell’anno scorso, nel giro di tre mesi, pare che questo videogioco abbia generato un giro di affari di circa 20 miliardi di dollari. Qui, gatta ci cova.

3. binge

SERIE
La persona con cui guardiamo più volentieri le serie tv non è una persona: già, per il 67% degli italiani è il proprio animale domestico; lo dice una ricerca condotta da Netflix su un campione di oltre 50mila intervistati. Il motivo? In cambio di un po’ di spazio sul divano, i vantaggi sono innumerevoli: nessuno spoiler, nessuna lotta per il telecomando, nessun giudizio circa i nostri gusti televisivi. Nessun rifiuto in caso di bisogno acuto di coccole; caso piuttosto frequente dato che le serie più viste in pelosa compagnia spaziano dal dramma al noir. Trattasi di Narcos, Black Mirror e Stranger Things, per la quale è addirittura stato coniato l’hashtag #giustiziaperigatti. Per sapere perché non resta che schiacciare play, con micio accanto (sperando che non faccia… la gatta morta).

4. grumpy

SOCIAL
L’indiscussa stella felina di Instagram, si sa, è Grumpy Cat, la gattina (sì, è femmina) mignon più imbronciata e seguita di sempre: @realgrumpycat conta oltre 2,5 milioni di follower. Ora, però, è arrivato Loki, un micio bruttarello e spelacchiato a insidiare il suo trono: per ora @loki_the_sphynx ha “solo” 74,4 mila seguaci, ma il magazine People ha già fiutato la stoffa da “cat star”, definendolo «il felino più arrabbiato di sempre». Quanto ci metterà Grumpy a reagire a questo affronto arrabbiandosi ancora di più? Questa sì che è una vera gatta da pelare.

Chi, invece, continua a preferire i cani corra a p. 124 di Glamour di maggio: troverà altrettanti spunti canini.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?