IVREA. Gli amanti dei gatti possono coltivare la loro passione anche attraverso i libri e la letteratura. Tanti grandi scrittori hanno avuto amicizie molto profonde con i loro gatti e hanno riportato su carta questo legame. Ernest Hemingway ha sempre vissuto con colonie di gatti. La diva della letteratura francese Colette ha dedicato ai suoi mici diversi libri (Cane e gatto, La gatta, La pace fra le bestie). E già nel 1820 o scrittore E. T. A. Hoffmann dava voce ai pensieri del gatto Murr, felino coltissimo e vanitoso (Considerazioni filosofiche del gatto Murr). Lo scrittore tedesco Detlef Bluhm profondo conoscitore della materia felina, ha pubblicato “La gatta che amava le acciughe Storie curiose di gatti insoliti”. Una raccolta di curiosi aneddoti assolutamente veri, a volte sorprendenti, altre buffi ma senza esser superficiali.Storie di gatti su cartaAnche Einaudi ha deciso di celebrarli, pubblicando Storie di Gatti, il libro dei libri dei racconti sui felini che la letteratura di ogni epoca e latitudine ha saputo regalarci. Ecco una piccola guida, assolutamente incompleta, di libri che parlano di fusa, miagolii, gatti che ci guidano e fanno compagnia, gatti magici. Gli appassionati di letteratura giapponese non possono perdersi “Io sono un gatto” di Natsume Soseki. Il Novecento è appena iniziato in Giappone, e l’era Meiji sta per concludersi dopo aver realizzato il suo compito: restituire onore e grandezza al paese facendone una nazione moderna. Il potere feudale dei daimyo è un pallido ricordo del passato, così come i giorni della rivolta dei samurai a Satsuma. Per Nero, il gatto di un vetturino che spadroneggia nel quartiere in cui si svolge questo romanzo, i frutti dell’epoca moderna non sono per niente malvagi: ha un pelo lucido e un’aria spavalda. Per il protagonista di queste pagine, invece, un gatto dal pelo giallo e grigio, che i suoi simili sbeffeggiano chiamandolo “Senza nome”, le cose non stanno così: dinanzi ai suoi occhi si dispiega tutta l’oscura follia che aleggia in Giappone all’alba del XX secolo.Il futuro attraverso i gattiIl nostro eroe vive a casa di un professore che si atteggia a grande studioso e che, quando torna a casa, si chiude nello studio. Di tanto in tanto il gatto va a sbirciarlo e puntualmente lo vede dormire. Questi piccoli felini sono compagni di viaggio molto speciali, in grado di cambiare le nostre vite.Una ragione di vitaLo sa bene James Bowen che ha pubblicato due volumi dedicati al suo gatto Bob. Bowen è un musicista di strada inglese con problemi di droga alle spalle. Nel 2007 ha avuto la fortuna di incontrare Bob. Un meraviglioso gattone rosso. Non solo Bob gli ha dato una ragione per rimettere ordine nella sua vita, ma si è dimostrato un partner perfetto: la coppia, in breve, è diventata popolarissima a Londra e 5 anni fa, Bowen ha scritto un primo libro sulla loro storia, A spasso con Bob, che è diventato un bestseller pubblicato in 30 Paesi. Il secondo volume Il mondo secondo Bob, contiene alcune delle loro avventure ma, soprattutto, le riflessioni del musicista sul rapporto che lo lega a Bob e su come quel gatto con sciarpa e collare lo abbia aiutato a capire se stesso e chi gli sta intorno.Gatti molto specialiGatti molto speciali sono quelli di Doris Lessing Doris Lessing, una delle più grandi scrittrici del Novecento, incoronata con il premio Nobel nel 2007, ha trascorso un’esistenza complessa e piena di luoghi raccontati nei suoi libri e affollata da gatti, che le hanno tenuto compagnia sin da bambina nelle diverse nazioni dove ha vissuto. Gatti iraniani, africani, inglesi, selvatici, domestici. Questo libro, scritto magistralmente da una regina della letteratura, rappresenta un tributo ai morbidi amici di una vita.La gatta e le streghe“La gatta che vedeva le streghe” di Stefania Conte Ambientato in Friuli. Ada Savorgnan è una giovane psicologa forense che vive e lavora in un piccolo paese.Donna colta, riceve inaspettatamente in eredità dalla nonna materna un ricettario e una splendida gatta rossa, di nome Zoe. Un giorno il Giudice del tribunale di Udine le affida il delicato incarico di compiere una perizia su una donna, Alice Covacich, accusata di aver volutamente appiccato un incendio a una pasticceria. Dopo una serie di traversie, sfidando le ferree procedure che la sua professione le impone, decide di ospitare Alice in casa sua. La nuova ospite, che si dimostra una cuoca provetta e una pasticcera eccezionale, viene accolta a suon di fusa e moine dalla gatta Zoe, che sembra condividere con lei la speciale capacità di vedere ciò che gli altri non possono. La notizia che un’ex internata psichiatrica vive nel borgo di santa Marizza di Varmo innesca una piccola rivoluzione, fomentata dalla strega Rosa Senzaspine e dalle sue perfide amiche. Ada aiuterà l’amica Alice a rifarsi una vita, riscattandosi dal dolore e aprendo un’insolita pasticceria, che otterrà uno strepitososuccesso. Ma la congrega di streghe invidiose cospireranno contro Alice, accusandola addirittura dell’assassinio di Amorfo Mediocrino, il marito di Senzaspine. Spetterà alla magica Zoe fare in modo che la verità venga a galla, tra bugie, maldicenze e oscure manovre.Sandra Torasso

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?