UDINE. Troppi cani al parco del Cormôr a spasso senza guinzaglio. Lo segnalano i frequentatori dell’area verde, preoccupati non solo per l’incolumità delle razze più piccole, ma anche per la sicurezza dei bambini e di chi va a correre che, trovandoseli all’improvviso tra le gambe a scodinzolare, rischia un brutto ruzzolone.leggi anche:Cani senza guinzaglio, il Comune di Udine promette più controlli e sanzioniDel Torre: i cartelli sono molto chiari. Pizza: i vigili possono intervenireEsistono due tipologie di “padroni”: quelli che osservano le regole e portano in giro i loro amici a quattro zampe con guinzaglio e sacchetti igienici, liberandoli solo nelle apposite aree di sgambamento, e quelli che, convinti che il cane sia obbediente e in grado di comportarsi bene – e per molti, indipendentemente da razza e dimensioni, è così -, lo lasciano sciolto.E proprio questa seconda categoria di proprietari indispettisce più di qualcuno. Oltre a lamentare il fatto che chi lascia il cane libero non tiene conto di poter disturbare le persone intorno che potrebbero anche avere paura dell’animale, non piace, in generale, il pericolo che questi cani liberi possono rappresentare per quelli più ligi, che proprio perché al guinzaglio, si innervosiscono e “aggrediscono”.Un “malcostume” che oltre a essere piuttosto diffuso è anche poco punito: in un anno le sanzioni comminate dalla polizia locale di Udine nei confronti di chi non rispetta il regolamento è pari a zero.Al parco del Cormôr, l’altra mattina, molte persone hanno approfittato di qualche ora di sole per godersi una passeggiata all’aria aperta, con o senza quattro zampe. Una ventina di cani, più che altro di taglia piccola e la maggior parte, a parte qualche eccezione, al guinzaglio.Ma c’era anche chi correva, chi camminava in compagnia, chi praticava attività sportiva e molti genitori con i bambini, impegnati nell’area giochi o a divertirsi sul prato.«Di cani liberi se ne vedono effettivamente – commenta una signora, che tiene un maltese al guinzaglio -, di solito non arrecano un problema, anche perché l’area si presterebbe. È comunque giusto che si rispettino le regole, non si sa mai. Io infatti – prosegue – lo sto tenendo legato, anche perché considerata la presenza di altri cani lo posso gestire meglio. Detto questo non mi sembrano pericolosi».A qualche metro di distanza due amici con due bulldog francesi (al guinzaglio) stanno chiacchierando. «Ci sono spesso cani liberi, ma sono abbastanza educati – osservano i ragazzi -, stanno accanto al padrone e non si allontanano di molto. Non ci sembra abbiano mai rappresentato un grave disagio».Non tutti, però, la pensano così. «Mi è proprio appena capitato: mentre correvo un cocker mi ha tagliato la strada, a momenti cadevo – racconta un podista che assieme a due amici si è fermato per una pausa -. Il pericolo è reale perché quando vedono correre una persona i cani vanno incontro e rischiano di fare danni».Per un’altra signora, invece, dipende dal tipo di cane. E di padrone. «Capita che cani aggressivi siano lasciati liberi, per questo vengo al parco con molta attenzione – rileva -. Vedo spesso un signore con un grande cane nero che se ne va in giro con le cuffie mentre l’animale scorrazza a 500 metri ed è capitato che assalisse qualche altro simile».Anche perché, non va dimenticato che, mansueti o agitati, i cani, per legge, devono rimanere al guinzaglio in tutte le aree verdi in cui non è consentita la sgambatura. Pena, una bella e salata multa che, in città, si aggira intorno ai 100 euro, da un minimo di 50 fino anche ad arrivare a 300 euro.©RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?