Due giorni di gare intense quelle a Santa Maria Maggiore (Vb) dove si sono disputati i campionati italiani di cani-cross, una disciplina cinofila sportiva che deriva dalla necessità di allenare durante il periodo estivo i cani da sleddog (ossia la corsa dei cani da slitta). 3 chilometri il primo giorno e 5 chilometri il secondo giorno che hanno visto piazzarsi al secondo posto assoluto il muggesano Adriano Bernetti con il suo Bullet (Spiridom One Bullet Left, un border collie di 22 mesi), premiati poi come migliori nella categoria Men1 (ossia uomo dai 40 ai 49 anni). 

CANICROSS – Come detto è una disciplina cinofila sportiva che deriva dalla necessità di allenare durante il periodo estivo i cani da sleddog; necessita di un’attrezzatura specifica, cioè una cintura imbottita sulla schiena per il conduttore, linea ammortizzata (per evitare problemi alla schiena del cane e del conduttore in caso di strappi improvvisi del cane) e imbragatura simile a quella usata per i cani da slitta. Il binomio dev’essere allenato (non si tratta di andare a fare jogging con il cane ma di una vera e propria corsa trail – il conduttore deve avere il certificato medico sportivo agonistico e il cane essere in buona salute e aver compiuto i 18 mesi).

Durante la gara vengono dati comandi specifici al cane (destra, sinistra e stop). Le gare si svolgono su percorsi principalmente sterrati o in erba, vengono fatte con temperature ottimali per i cani (ad esempio non superiore ai 20 gradi e a seconda della federazione che organizza la gara esiste un regolamento specifico su temperatura e distanza). Lungo il tragitto ci sono dei giudici che controllano il fairplay del conduttore e le condizioni fisiche del cane (il conduttore deve adeguarsi alla velocità del cane, non può strattonarlo durante la gara e deve aiutare gli altri conduttori in difficoltà). Prima e dopo ogni gara viene fatto un controllo veterinario dei cani e se alla fine della gara vengono trovati non in buona salute o troppo stremati il binomio viene squalificato.

BULLET – «Ho partecipato con il mio border collie di 22 mesi Bullet che oltre al canicross pratica anche l’agility con la mia fidanzata – spiega Adriano -. Il canicross l’abbiamo conosciuto per caso proprio frequentando i campi d’agility: essendo io un corridore amatoriale ho deciso di provare ad allenarmi con Bullet in questa disciplina».

CAMPIONATO ITALIANO – Il campionato italiano Csen di canicross si è svolto in due giornate: il primo giorno gara di velocità su 3 km; si partiva un binomio alla volta a 1 minuto di distanza uno dall’altro. In base ai tempi della prova di velocità si formavano le batterie di 6 binomi per la partenza della gara di distanza (5 km) del giorno dopo. Il titolo di campione italiano assoluto è stato assegnato al migliore in base ai tempi delle due prove e poi venivano premiati i migliori di ogni categoria divisa in base all’età del conduttore (men/women fino ai 39 anni, veterani men 1/women1 dai 40 ai 49 anni, veterani men 2/women 2 dai 50 anni in su). Oltre al canicross si svolgono nelle stessa giornata gare di bikejoring (il conduttore è in sella a una mountain bike e il cane legato davanti con una speciale attrezzatura), gare di footbike (una specie di monopattino) e la happydog (la gara non competitiva). In totale c’erano circa 75 partecipanti di cui circa una trentina nel canicross (una disciplina relativamente recente in Italia, mentre in europa è in voga già da parecchi anni). I campionati si sono svolti a Santa Maria Maggiore (Vb) dove il prossimo anno si solgeranno i campionati europei di questa specialità.

bullet canicross adriano bernetti-2

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?