TRIESTE. Adesso tocca a Bruno. Presto Antonio, il più grande e completo dinosauro d’Italia estratto diciannove anni fa dal sito paleontologico del Villaggio del Pescatore e che fa bella mostra di sé al Museo di Storia Naturale di Trieste, avrà un compagno della stessa specie, Tethysadros insularis. È appunto Bruno, adrosauro vissuto settanta milioni di anni fa, in quell’acquitrino afoso che oggi è uno strato calcareo pullulante di fossili.A Duino spunta il dinosauro BrunoLa ditta specializzata nella preparazione di grandi reperti, la Zoic di Trieste, ha avuto l’incarico dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Fvg di procedere alla lavorazione dello scheletro e all’estrazione del cranio di Bruno. Era dai tempi dello scavo di Antonio che Bruno aspettava di rivedere la luce. Alcune parti – circa l’ottanta per cento del dinosauro – erano già depositate in diversi blocchi di pietra al Museo di Storia Naturale in attesa anche queste di essere preparate, e adesso sono nei laboratori della ditta Zoic dove gli specialisti le stanno estraendo dalla roccia con un difficile procedimento simile alla ricostruzione di un puzzle in 3D. Mancano la testa e la coda, ancora “in situ” nella cava del Villaggio del Pescatore, dopodiché l’antico rettile sarà completo e andrà a fare compagnia ad Antonio.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?