«Una mattina, mentre stavo lavorando nelle condutture di gas della Pennsylvania, ho visto una piccola ombra spuntare dal bosco. Era un gattino arancione», racconta Jordan. Che prosegue: «Non c’erano altri gatti vicino a lui, e sembrava un cucciolo triste e affamato».  

Così Jordan l’ha preso in braccio e l’ha portato via con sé. «Non potevo andare via senza di lui. E’ stato tutto il giorno con me e gli ho dato la mia scatoletta di tonno per pranzo». Sono diventati inseparabili fin da subito: «Ha iniziato a giocare con la mia barba, ad arrampicarsi sulle spalla. Non avrei potuto affidare il gatto ad altri». 

Il veterinario gli ha detto che aveva un’ infezione respiratoria e un problema all’occhio, e dopo qualche giorno di cure adesso il cucciolo vive con Jordan e la compagna.  

L’hanno chiamato Odin. «E’ un micio molto vivace: salta sempre – dice – e non smetterebbe mai di essere coccolato. Credo che mi abbia identificato come la sua mamma». Ma Odin non è l’unico gatto salvato da Jordan. «Aiutare i gatti che ne hanno bisogno per me è un gesto naturale, li amo moltissimo».  

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?