Ha 23 anni e nonostante una vita fatta di alti e bassi, Billy Goat è un cane felice. E’ stato chiamato così proprio perché sembra una capretta, ma nonostante abbia avuto per molte volte tutte le possibilità contro, ha trovato una nuova casa e una donna che si prende cura di lui.  

E’ stato portato in un rifugio di Los Angeles nel 2006, quando di anni ne aveva già 12. Tutti pensavano che avrebbe finito i suoi giorni in gabbia o peggio. Il cane aveva infatti la polmonite e sarebbe presto finito in lista eutanasia. 

Ma il suo musetto speciale, con i denti sporgenti e le orecchie lunghe, ha stregato Julie Chadwick. «Mentre passavo fra le gabbie ho notato un corpicino sdraiato a terra che ormai sembrava senza vita. Sono subito corsa da lui e lì ho scoperto che era gravemente malato». 

Lei non era lì per prendere un cane, ma quando lo ha visto in quelle condizioni si è impegnata per farlo curare e trovare una famiglia che lo adottasse. Ma in sei mesi non ha trovato nessuno disposto a prenderlo: «Tutti dicevano che era troppo brutto»», mentre lei vedeva in lui «solo tanta speranza». 

Così lo ha ufficialmente adottato, regalandogli una seconda giovinezza. Billy Goat è infatti rinato: è guarito e ha recuperato vitalità. Oggi non è più un cucciolo scatenato: ha l’artrosi e sta perdendo la vista, ma nonostante tutto continua ad essere un cane felice. 

«È un piccolo ragazzo davvero speciale. Nonostante tutto continua a dare e a riempirmi le giornate. E’ incredibile», tanto da aver ispirato Julie Chadwick ad aprire The Pepper Foundation, per continuare a salvare cagnolini speciali come lui. 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?