ALBIGNASEGO. Individuato e denunciato l’uomo che la scorsa settimana ha ucciso un gatto nel quartiere di Sant’Agostino ad Albignasego. Abita in zona e avrebbe ucciso il povero micio per motivi banali: se può essere comprensibile l’antipatia verso i felini, specie se gironzolano nei giardini altrui, la reazione di imbracciare un fucile ad aria compressa e di sparargli è quantomeno esagerata. Specialmente perché i gatti possono essere allontanati in modo molto meno cruento: basta uscire minacciosi, infatti, e loro filano via.Le indagini dei carabinieri sono ancora in corso, ma ci sono elementi tali da imputare a quest’uomo la responsabilità di aver causato la morte del gattino rosso di appena un anno, che aveva avuto la sfortuna di incrociarlo sulla propria strada. Il povero gatto era uscito di casa venerdì scorso per la sua solita passeggiata nel quartiere. Curioso come tutti i felini, andava a caccia di insetti e di animaletti nel fosso vicino a casa e faceva capolino nei giardini dei vicini. Mal tollerato a quanto pare da uno di questi in quale lo ha visto nel giardino di casa propria, ha imbracciato il fucile ad aria compressa di sua proprietà e ha sparato un pallino metallico. Per colmo di sventura questo piombino minuscolo è penetrato nella carne del gatto, facendosi breccia dal fianco fino ad arrivare a un rene. La ferita gli ha causato quindi lesioni interne tali che il micio ha appena avuto la forza di trascinarsi a casa fino alla sua cuccia, dove i proprietari lo hanno trovato insanguinato e agonizzante. Lo hanno portato immediatamente dal veterinario, che però non è stato in grado di salvargli la vita. L’episodio aveva creato sdegno nei residenti e anche timore per l’incolumità dei gatti: se c’è qualcuno che spara ai mici, meglio tenerseli chiusi in casa al sicuro. Anche perché in quartiere ultimamente ne sono spariti diversi. Il responsabile della morte del gatto è stato denunciato per il maltrattamento di animali:nonostante sia previsto il carcere, normalmente in seguito a una condanna, la pena è una sanzione pecuniaria, che si aggira intorno ai 5 mila euro. Nel caso in cui venisse riconosciuta l’aggravante dei futili motivi, la sanzione potrebbe essere anche più elevata.©RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?