Imperia, 18 novembre 2017 – Il presidente di Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente), Lorenzo Croce, ha denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Penale di Imperia il direttore sanitario dell’ospedale di Sanremo, Giovanni Bruno, per violazione della legge sugli animali di affezione e per maltrattamento di animali a seguito dell’allontanamento dalla struttura del gatto Romeo, che da oltre dieci anni si aggirava tra la portineria e la sala d’attesa del pronto soccorso, facendosi coccolare e coccolando a sua volta grandi e piccoli pazienti. «L’ordine di accalappiare i gatti è in palese violazione della normativa che tutela le colonie feline stanziali e quella dell’ospedale è registrata fin dal 2005», rende noto l’associazione.

«E nel caso specifico trattandosi di un gatto anziano lo spostamento forzato si configura assolutamente come reato di maltrattamento», sottolinea l’Aidaa. Nella denuncia inviata attraverso i carabinieri alla procura si legge: “Il giorno mercoledì 15 tra le ore 12 e le ore 13, due dipendenti del Servizio Veterinario dell’Asl1 Imperiese si sono recati presso il Presidio Ospedaliero di Sanremo sito in via Borea 56 della medesima Asl per prelevare 3 gatti a seguito di un ordine di servizio della Direzione Sanitaria che si immagina essere stato firmato, per logica , dal Direttore Sanitario di Presidio. I gatti che dovevano essere prelevati, sono stanziali presso i giardini interni dell’ ospedale di Sanremo da oltre 20 anni e fanno parte di una colonia regolarmente censita dal 3 maggio 2005 presso la stessa ASL , attualmente composta da 3 gatte femmine tutte sterilizzate e 1 gatto maschio castrato. La colonia è  accudita regolarmente da un gruppo di dipendenti dello stesso presidio.” Da qui la decisione di denunciare il direttore del presidio ospedaliero da parte di AIDAA.

La notizia dell’allontanamento di Romeo, adottato da un’infermiera che lo ha portato a casa sua per evitare che finisse in un gattile o in una colonia felina lontana dall’ospedale, ha suscitato grande indignazione sui social network. Su Facebook, in particolare, è nata anche una pagina dedicata alla mascotte del Borea, «Romeo la pet terapy», attraverso la quale gli internauti chiedono a gran voce il ritorno del gatto in corsia. 
animali@quotidiano.net

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?