Partiamo dalla notizia positiva: la gatta, alla fine, è stata adottata e ha trovato una nuova famiglia. Ma ha rischiato seriamente di finire per chissà quanto tempo in un gattile. Succede che i proprietari, a San Giorgio Canavese, debbano vendere la casa. E già che ci sono, non solo vendono l’alloggio, ma si sbarazzano della micia lasciandocela dentro, abbandonata. Per fortuna se ne sono occupati i volontari di «Eporedianimali – il gattile di Ivrea» che, dopo aver lanciato l’appello, hanno trovato una nuova famiglia per la piccolina. Forse la casa è ancora invenduta. La micia, se non altro, è salva…

Con il periodo estivo, però, al gattile di Ivrea è piena emergenza. «Purtroppo il gattile vive di volontariato e piccoli spazi, non riusciamo ad accogliere tutti i gatti», spiegano dalla struttura. E, complice l’estate, la lista d’attesa si è fatta piuttosto lunga.

Sei mici a Foglizzo, tre a Cascinette d’Ivrea, dieci a Caluso, sette a San Giorgio, quattro a Strambino, tre a Fiorano, due a Rivarolo, una ventina tra Cossano e Settimo Vittone e ancora una colonia a Borgofranco d’Ivrea e svariati gattini. «Alcuni sono comprensivi, altri minacciano di abbandonare i gatti, buttarli in strada, ucciderli – spiegano i volontari – purtroppo non serve, non abbiamo la bacchetta magica, non possiamo fare nulla. Ricordiamo che siamo semplici volontari. Con più spazi e più volontari potremmo accogliere più gatti. Ovviamente anche Comuni e Asl devono fare la loro parte». Purtroppo la sensazione è che gli enti locali, spesso, non si interessino abbastanza, nonostante, secondo la legge, siano obbligati ad intervenire…

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?