QUARRATA. Presa a fucilate vicino casa, sulle colline di Quarrata. Quando Claudia Bartolini ha sentito quei due colpi, poco dopo le dieci di domenica sera, ha subito chiamato i suoi cani, persi di vista «per venti secondi, trenta al massimo».Uno dei due, Diva – esemplare di Weimaraner – è tornata a casa su tre zampe e con il manto argentato coperto di sangue. «Qualcuno le ha sparato con un fucile» denuncia Bartolini. Forse chi non sopportava di vedere quei cani girare liberi tra gli olivi di Montorio. «Oppure un cacciatore di frodo». Fatto sta che un cane è stato preso a fucilate e – dicono in zona – «non risulta essere la prima volta che succede». Diva si è salvata solo perché i pallini sono rimasti in superficie. Uno gli ha spezzato l’osso di un arto. L’altro è entrato nell’addome. Mercoledì la canina è stata operata nella clinica veterinaria del dottor Christian Werner, a Pistoia.E adesso che Diva è tornata a casa, Claudia mette in guardia chiunque, in zona, abbia un cane: «Attenzione – dice – non perdetelo di vista neppure per dieci secondi. Io – ci tiene a chiarire- ho sbagliato a lasciarli uscire senza guinzaglio». Siamo in una località immersa tra gli olivi, con poche case e una sola via, la Carraia, a tagliare le colline. Per questo Claudia ha pensato di poter lasciare liberi i cani senza correre troppi pericoli. E poi lei, anche domenica sera, era lì, poco distante da loro come al solito. «Ho sentito due colpi – racconta – non mi rendevo conto di cosa potessero essere. Ho pensato a dei petardi. Per istinto ho richiamato Diva e Berengo. Lui, che è il più vecchio, è tornato subito. “Strano” mi sono detta». Poi eccola arrivare, Diva. «Non appoggiava una zampa a terra, era insanguinata e tutta “bucherellata”».A quel punto è scattata la corsa verso l’ambulatorio veterinario. Dopo radiografie e un paio di giorni di febbre, mercoledì il dottor Werner – a cui va il ringraziamento di Claudia – ha estratto «due pallettoni» dalla zampa e dall’ addome di Diva. La proprietaria del cane si è rivolta ai carabinieri per andare in fondo alla vicenda. «Solo uno squilibrato può arrivare a prendere a fucilate un cane. Anche se – dice – non si può escludere che si sia trattato di un cacciatore di frodo».Francesco Lo Re, sempre da Montorio, è convinto più dell’ipotesi che qualcuno abbiavolontariamente aspettato quei cani con il fucile in mano. «In zona – racconta – ci hanno detto che qualche tempo fa un altro cane è stato preso a fucilate e, purtroppo, ucciso. Per il bene di questi animali, bisogna mettere in guardia le persone sui pericoli che si corrono da queste parti».

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?