Era una domenica mattina. Il 6 di Maggio. C’era una barchetta che navigava lenta in un laghetto da cartolina, a Mol, nelle Fiandre. E, dentro la barchetta, c’era Eric Geboers, campione mito del motociclismo, anni 55. Pescava. Accanto a lui, sulla barchetta, c’era la piccola Hana. A un certo punto, Hana ha fatto un movimento sbagliato. Ed è caduta nell acqua gelida. 

Hana si agitava e più si agitava, più andava a fondo. Eric non ci ha pensato un secondo. Si è buttato nell’acqua a salvarla. L’ha salvata. L’ha fatta risalire sulla barchetta. Al sicuro. Ma di colpo è arrivato, dal buio profondo del lago, un mulinello feroce. Eric il Campione deve aver provato a tirarsene fuori. Ma era stremato. Era emozionato. Era stato colto alla sprovvista due volte in pochi secondi. Deve aver lottato. Ma ha perso. 

L’hanno ripescato dopo 12 ore i sommozzatori. Morto. Hana è viva. Hana è una cagnolina cucciola, arrivata a casa dei Geboers da 10 giorni. Una meticcia che Eric aveva preso al canile per riparare il cuore della moglie, spezzato dalla morte della cagnetta precedente. E a chi pensa e dice che Eric è stato uno stupido, che per un cane non si deve morire, vorrei parlare. 

Ho scritto un libro sui sentimenti umani per dire quello che i nostri cani, sul nostro cuore e sui nostri comportamenti, ci insegnano. Ma questa volta, è Eric l’umano che secondo me ci insegna. Eric ha trattato Hana come una Persona. Di cui lui , adulto, aveva la responsabilità. L’ha salvata come avrebbe salvato un umano. Perché siamo una Famiglia, noi e i nostri cani. 

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?