Portare il proprio amico felino presso la casa di un amico può risultare un problema, in particolare se la persona a cui si porta il gatto non è esperta di come si accudisce un animale. Grazie ai consigli di Ferplast, uno degli e-commerce più forniti in prodotti per animali, qui di seguito sono presenti una serie di consigli e suggerimenti per organizzare al meglio le vacanze con il proprio animale domestico.

La soluzione più tradizionale, è sicuramente quella di scegliere un allevamento o uno stallo, dove far ospitare il proprio animale per i giorni della vacanza. La scelta di una di queste due soluzione è sicuramente ideale, poiché nel corso degli anni molte di queste aziende si sono specializzate nell’offrire una sistemazione più che ideale nei periodo festivi.

Esiste un solo problema con gli allevamenti: il tuo gatto si troverà in un territorio che non conosce, con persone nuove che non conosce e spesso con altri animali. Questa soluzione può essere ideale per alcuni gatti, ma non è detto che sia adatta a tutti i gatti.

Lasciare il gatto a caso

I gatti tendono ad essere più felici se rimangono in un territorio che conoscono bene. In molti casi, molte persone trovano che sia più semplice durante le vacanze lasciare il gatto presso la propria abitazione. Un vicino o un pet sitter, è bene scegliere una persona che il gatto già conosce, si possono prendere il compito di cambiare la sabbia della lettiera e dargli da mangiare.

Oltre a questi compiti di routine, la persona che si prende cura del vostro animale domestico dovrà anche giocare e parlare con lui durante le visite. Per molti animali, questi contatti sono importanti per mantenere il normale ciclo di interazione a cui sono abituati. Inoltre, è bene lasciare una scorta di giochi e passatempi per far divertire il gatto.

Seguendo questa serie di consigli, i propri gatti potranno essere lasciati a casa senza problemi per tutta la durata della vacanza.

Portare il gatto in vacanza

Se il proprio gatto è dotato di microchip, ormai è una cosa obbligatoria per ogni tipologia di animale domestico, si ha la possibilità di portare il gatto in vacanza. Per non avere problemi anche negli stati al di fuori dell’Italia, è bene verificare con il proprio veterinario se la vaccinazione per la rabbia è in ordine e se il gatto possiede un passaporto per viaggiare.

Se il proprio gatto è molto tranquillo e non ha problemi nel viaggiare su mezzi di trasporto, questa soluzione è sicuramente la più semplice sotto molti punti di vista.

Al contrario, se il proprio gatto è molto attivo e non ama viaggiare, per il suo bene è opportuno non portali con sé. Il viaggio e la permanenza in uno spazio ristretto, se il gatto non è favorevole, potrebbe risultare un grosso trauma.

Ridurre lo stress al minimo

Se si decide di portare il proprio gatto in vacanza, è sicuramente una buona idea ridurre al minimo lo stress prima e durante la vacanza. Qualunque cosa tu faccia con il tuo gatto durante la vacanza, è bene seguire un suggerimento che vale per ogni felino.

Per ridurre al minimo lo stress dei gatti, è buona abitudine non variare le sue abitudini alimentari. I gatti sono molto schizzinosi su cosa mangiano, quindi è opportuno portare nel baglio per le vacanze una buona scorta di cibo. Questo piccolo particolare, unito alla presenza delle persone che normalmente sono con lui a casa, sicuramente può essere un “antistress” molto efficace.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?