Pistoia, 3 luglio 2018 – «Mia moglie è riuscita a togliere al cane la polpetta di bocca. Se l’avesse ingerita a quest’ora sarebbe morto. Non voglio neanche pensarci». La denuncia ai carabinieri è scattata la sera del 28 giugno. Tullio Albano e la moglie, residenti in via Allende, traversa di via Salvo d’Acquisto, dove si trova un piccolo giardino pubblico, erano a portare il cane, come ogni sera, a fare una sgambata. A un certo punto la moglie dell’uomo, ha notato che la cucciola aveva afferrato con la bocca una polpetta, già cotta, una polpetta che non doveva essere nel mezzo del prato. A quel punto si è subito resa conto del pericolo e ha strappato la carne dalla bocca del fido salvandogli la vita.

Una serata amara per i residenti di via Allende, due i bocconi avvelenati trovati dopo aver scandagliato l’intera area verde. Qualcuno aveva lasciato le polpette nel mezzo del giardino evidentemente con lo scopo di uccidere i cani che tutti i giorni frequentano il giardino insieme ai loro padroni. «La mattina seguente ho chiamato subito i carabinieri – racconta Albano – Hanno stilato un lungo verbale e sequestrato le due polpette che avevamo trovato. Ora si occuperanno delle indagini per cercare eventuali responsabili». Non è la prima volta che accade un episodio del genere nel quartiere. Solo tre anni fa, sempre nei giardini di via Allende, morirono avvelenati, a causa delle polpette, ben tre cani.

«Fu una tragedia all’epoca – spiega ancora Albano –. La raccomandazione che ho fatto a tutti i vicini è di stare attenti e monitorare ogni movimento del proprio cane. Noi siamo intervenuti appena in tempo, se mia moglie non si fosse accorta del boccone a quest’ora il nostro cane sarebbe morto. Chiunque viva nei pressi di questa zona o chiunque la frequenti con bambini e cani presti la massima attenzione».

Michela Monti

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?