cane museruola guinzaglioLe aggressioni canine “hanno un elevato costo socio-economico, sia per i privati che per la PA, di cui non risulta sia mai stata curata né una stima né un rendicontazione”.
L’On Silvia Benedetti (M5S) ha depositato una interrogazione ai Ministri della Salute, dell’Interno e delle Finanze chiedendo iniziative per affrontare le aggressioni canine, un problema di sanità pubblica e di tutela dell’incolumità “ancora largamente inesplorato”, per il quale mancano sia dati epidemiologici che dati relativi ai costi socio-economici.

Ai Ministri interrogati- ognungo per la propria competenza- si chiede di affrontare “in modo opportuno” la problematica anche alla luce dei fatti- molto spesso rendicontati solo dalla cronaca giornalistica- dai quali si evince che agli incidenti nei luoghi pubblici vanno sommati gli ambienti privati-domestici dove è fortemente presente il rischio di lesioni da cani. Non si tratta solo di inclumità pubblica, quindi, ma anche di sicurezza in contesti familiari, in entrambi i casi con ricadute di spesa per il Servizio Sanitario Nazionale.

“Il fenomeno delle aggressioni canine non poggia ancora su dati nazionali epidemiologicamente certi: non se ne conosce il dettaglio né per numero né per scala di gravità- osserva l’On Benedetti che chiede “quale sia l’impegno finanziario del Governo per i livelli essenziali di assistenza erogati dal servizio sanitario nazionale per quanto riguarda l’area di intervento D 10 («igiene urbana veterinaria; controllo delle popolazioni sinantrope; controllo episodi di morsi di cane») e sulla base di quali valutazioni esso sia stato previsto”.

L’interrogazione chiede anche di rendere pubblici, “nonostante la loro attuale parzialità, i dati sulle morsicature che sono a disposizione delle unità operative veterinarie dei servizi sanitari regionali, includendo le informazioni relative ai casi di lesione grave e di morte”. E inoltre, di “assumere ogni utile iniziativa, per quanto di competenza, affinché la legge quadro 14 agosto 1991, n. 281, in materia di prevenzione al randagismo e identificazione canina in tutto il territorio nazionale venga applicata e pertanto, presso il Ministero della salute sia implementata la banca dati nazionale come previsto dalla suddetta normativa e dall’accordo Stato-regioni del 24 gennaio 2013″.

L’interrogazione dell’On Silvia Benedetti è stata sottoscritta anche dai Deputati Gagnarli, Iannuzzi e Basilio.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?