Lecco, 28 marzo 2917 Più animali che anime. A Morterone vivono più cani che «cristiani»: sui 36 abitanti che risiedono ufficialmente in uno dei paesi più minuscoli d’Italia si contano almeno 44 amici a quattro zampe. Almeno, perché si tratta di quelli ufficialmente iscritti all’Anagrafe regionale degli animali d’affezione, cioè di quelli domestici o da compagnia, sebbene sia probabile, a Morterone come altrove, che qualche esemplare non sia mai stati registrato. Nell’intera provincia di Lecco i fido, secondo i dati gentilmente forniti dai responsabili dell’Ufficio comunicazione dell’Ats della Brianza, sono invece in tutto quasi 55mila, 53.377 per la precisione.

Significa che, mediamente, un lecchese su sei possiede un cane e che se ne conta uno ogni due nuclei familiari e mezzo sui 143mila e rotti censiti: in due famiglie su cinque insomma scodinzola una bestiola. I calcoli sono sempre in difetto appunto perché si presume che non tutti i cuccioli e cuccioloni siano stati registrati come invece sarebbe obbligatorio per legge. Il numero pare destinato a salire vertiginosamente, solo nel 2016 sono state effettuate 500 nuove iscrizioni. I PAESI dove in assoluto sono presenti più cani sono naturalmente quelli più popolosi: 5.306 a a Lecco, nel capoluogo, 2.194 a Merate, 2.207 a Calolziocorte, 1.748 a Casatenovo, 1.762 a Valmadrera, 1.610 a Mandello del Lario, 1.124 a Oggiono, 1.149 a Missaglia, 1.534 a Galbiate e 2.066 a Colico, considerando la topten dei centri urbani più grandi, rigorosamente in ordine decrescente per quanto riguarda le statistiche demografiche.

La densità canina sembra invece più elevata nelle comunità più piccole. A Cortenova ad esempio ci sono 558 cani, quasi uno ogni due abitanti, come a Esino Lario, dove risultano essercene 307, a Crandola uno ogni tre con 87 esemplari, lo stesso a Imbersago o nelle località più tranquille della Brianza, dove ville e dimore con giardini e parchi dove i più fedeli amici dell’uomo possono correreliberamente ma anche abbaiare e fare la guardia abbondano. Ai cani occorre aggiungere anche i gatti, l’altra specie inserita nell’Anagrafe degli animali d’affezione, sebbene solo su base volontaria da parte dei possessori dei mici. L’obbligo della loro registrazione è infatti obbligatorio unicamente quando vengono sterilizzati o quando si richiede una sorta di passaporto per l’espatrio.

Complessivamente i felini domestici schedati sono comunque 4.130. Infine ci sono pure i furetti, per i quali valgono le regole dei gatti. In provincia sono in tutto 13: uno ad Abbadia, uno a Cassina Valsassina e uno Malgrate, più due a Galbiate e altrettanti a Lecco, Lomagna, Missaglia e Robbiate. In Lombardia invece gli animali domestici attualmente «schedati» e dotati di microchip sono complessivamente un milione e 680mila.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?