TAVAGNACCO. A Feletto Umberto è tornato il killer dei gatti. Ha colpito anche in quest’ultimo periodo. E i residenti, stufi e arrabbiati, hanno deciso di mandare un messaggio esplicito alla persona che – questo il sospetto diffuso nella frazione di Tavagnacco – lascia esche avvelenate, in particolare nella zona di via Giulio Cesare e nelle strade circostanti.Su pali e recinzioni, infatti, alcuni abitanti hanno appeso cartelli con scritto: «Rivolto all’assassino dei gatti. Prima o poi ti troveremo. Farai un passo falso. Le tue esche non passeranno inosservate ai vicini, ai passanti, alla polizia…».La testimonianza«Purtroppo questa situazione va avanti da anni – racconta una donna –, tra il 2015 e l’inizio di quest’anno io stessa ho perso due gatti e tutto il vicinato ha subito analoghe perdite. Ormai quasi non si vedono più gatti in giro. Per quanto riguarda i miei, all’epoca il veterinario mi aveva detto che erano stati avvelenati con il lumachicida. In altri casi avevo saputo che era stato invece utilizzato l’antigelo. Molti di noi – prosegue la signora – hanno curato e assistito per giorni animali che hanno sofferto tantissimo.Una pena infinita. La prima volta – ricorda – il felino bianco e nero che avevo è stato male per giorni. La seconda volta, il mio gattino rosso si è trascinato fino alla porta, ha emesso un verso straziante, non si reggeva sulle zampe. È morto il giorno dopo. Sono cose che colpiscono al cuore anche noi. E chi le fa è un delinquente. Adesso mio figlio mi ha regalato un altro gatto e non posso farlo uscire di casa».Il sindaco«Sono profondamente dispiaciuto per quanto sta accadendo – commenta il sindaco Gianluca Maiarelli –, tra l’altro ho un gatto anche io. Al giorno d’oggi non di rado gli animali domestici rappresentano un sostegno fondamentale per le persone, soprattutto per quelle che vivono sole e quindi questa situazione va affrontata, anche se individuare il responsabile non sarà certo facile».Le indaginiCome sottolinea lo stesso sindaco, la polizia locale è a conoscenza di diversi episodi di avvelenamento e vi sta lavorandoda tempo. «Ma ha bisogno – questo l’appello del primo cittadino – della collaborazione della gente. Chiediamo a tutti un contributo concreto: chiunque veda movimenti sospetti contatti immediatamente la polizia locale (0432 577311) oppure i carabinieri©RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?