Milano, 29 agosto 2015 – 13:12

La pensionata, oltre alla carcassa avvolta nel cellophane e conservata nel freezer, in cantina aveva un altro felino imbalsamato. Si indaga anche per altri episodi

«C’è una pensionata che maltratta i suoi gatti, per favore intervenite». La segnalazione era arrivata ai carabinieri del gruppo di Monza, che l’hanno girata al comando di compagnia di Sesto San Giovanni, competente per territorio. Ma quando i carabinieri della stazione di Vimodrone, coi volontari dell’associazione Meta (Movimento Etico Tutela Animali e ambiente Milano) si sono presentati a casa della 61enne, in centro a Vimodrone, mai si sarebbero aspettati una vera e propria galleria degli orrori: accanto a due gatti tenuti in una gabbia metallica sul balcone, c’era il cadavere di un felino nel congelatore e di un altro imbalsamato in cantina. La donna, italiana, ha candidamente confessato agli sbalorditi militari di non riuscire a separarsi dai suoi amati animali, che alla morte congelava e poi imbalsamava. La donna è stata denunciata per maltrattamento di animali.

L’episodio è accaduto nel pomeriggio di venerdì, quando carabinieri e volontari si sono presentati a casa della pensionata. La donna ha aperto la porta alle forze dell’ordine, senza alcun problema. I militari avevano ricevuto la segnalazione di possibili maltrattamenti di animali. Senza preoccuparsi, la pensionata ha mostrato ai carabinieri la gabbia di metallo, sul balcone, in cui erano rinchiusi due gatti in pessime condizioni di salute. L’orrore è arrivato quando ha fatto vedere agli attoniti militari il congelatore, nel quale c’era la carcassa di un terzo gatto, morto da pochi giorni. Un quarto gatto, imbalsamato, era tenuto in cantina. «Sono molto legata ai miei animali – ha spiegato l’anziana – quando muoiono io non riesco a liberarmene, voglio tenerli con me per cui li faccio imbalsamare dopo averli congelati». L’autorità giudiziaria ha affidato tutti gli animali – vivi, morti e imbalsamati – all’associazione animalista. I carabinieri hanno denunciato la donna per maltrattamento di animali e aperto un’indagine per capire se altri gatti abbiamo fatto la stessa fine. Si tratta di capire se la morte è dovuta a cause naturali oppure finalizzata all’imbalsamazione.

29 agosto 2015 | 13:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?