Un libro, una iniziativa pro-gatto alla Floridiana e tante fusa. Si festeggia così a Napoli la Festa mondiale dei felini.
“Un gatto è semplicemente se stesso”, e “accarezzi un gatto solo perché lui te lo permette” e adesso sentite questa: è una poesia ed è bellissima: “ti sei persa una lotta tra gatti il grigio era stufo marcio sbatteva la coda come un matto e tormentava quello nero che non voleva essere scocciato e poi quello nero ha rincorso quello grigio gli ha dato una zampata e quello grigio ha fatto miao è scappato via si è fermato si è grattato un orecchio ha dato un colpetto a una pagliuzza catturandola per aria ed è scappato via battuto e meditando vendetta mentre uno bianco (un altro) correva lungo il lato opposto della staccionata inseguendo una cavalletta mentre qualcuno aveva sparato al Sig. Kennedy”. Il titolo di questa poesia è “Sono nato per rubare rose lungo i vialetti dei morti” e l’autore è Charles Bukowski, di cui è appena uscita dall’editore Guanda “Sui gatti”, una raccolta di versi e testi inediti sui suoi amici gatti (ci sono delle sue foto in cui sembra davvero un signore qualsiasi, molto borghese, con gatti sul divano). E’ il caso di rifletterci un po’ su, visto che il 17 febbraio è la Giornata del Gatto. Celebrazione tutta italiana, nata dopo una consultazione referendaria con i lettori di una rivista specializzata sui felini, nei primi anni Novanta. Scelta un po’ infelice, per quel “17”, se vogliamo, perché andrebbe evitato il collegamento con il significato di un numero che non è legato alla buona sorte, con i soliti gatti neri – che invece secondo studi anglosassoni sono resistenti alla Fiv, l’aids dei gatti, quindi altro che sfortunati. Gatti neri che vengono festeggiati sempre il 17 ma di novembre. Nel giorno della festa della “palla di pelo”, oltre ai regali da fare ai propri gatti, sarebbe bene ricordarsi delle circa 400 colonie feline di Napoli curate da altrettanti tutori riconosciuti e registrati alla Asl veterinaria Frullone.  Le sterilizzazioni dei gatti liberi, come deciso dalla legge regionale 16 del 2001 – e la legge quadro nazionale 281 del ’91 stabilisce che i gatti possono occupare luoghi pubblici e privati (ma con un po’ di buon senso e rispetto dell’igiene da parte dei tutori) e non possono essere catturati, maltrattati e tantomeno uccisi – vengono effettuate dall’ospedale veterinario. Sterilizzare è volere il loro bene: la riproduzione incontrollata scatena persecuzioni da parte di chi non regge il numero in crescita e mette a rischio i gattini.
Last but not least, l’iniziativa che la direzione della Floridiana, con la storica dell’arte Luisa Ambrosio, ha portato a termine dopo una lunga gestazione, visti i tanti enti coinvolti: per la prima volta in un giardino storico alcune casette offerte dalla Trainer saranno collocate in luoghi discreti e curate, come del resto i gatti, dai volontari che se ne occupano e hanno provveduto alla loro tutela, nutrizione e sterilizzazione, oltre che alla pulizia dell’area. Per l’occasione il 18 marzo prossimo alla Floridiana si terrà un “Gattoparty” con la direttrice che presenterà l’iniziativa, Carolina Giancotti Siniscalco, che ne ha curato la realizzazione per l’ufficio Garante diritti animali e la Trainer, che offrirà cibo ai gatti della colonia e campioni delle novità ai proprietari di gatti che parteciperanno.
Bukowski lasciava passeggiare i gatti sulla sua macchina da scrivere, nonché assistere alle sue fatidiche sbornie. Noi auspichiamo che questo sia evitato, tanto agli animali dei clochard, che spesso subiscono le loro violenze per strada (sono stati sequestrati da pochi giorni una decina di cani con una nidiata di cuccioli a due che mendicavano con loro e li vendevano su via Toledo: si trovano
al Frullone e attendono adozione, affrettatevi), e lo stesso speriamo venga risparmiato a cani come un barboncino che in un locale del centro storico la scorsa notte è stato costretto a subire l’eccesso di decibel senza che il gestore del locale dicesse nulla al suo proprietario. Un po’ di buon senso. E voi, per favore, denunciate. Le forze dell’ordine esistono per questo. A Napoli c’è l’ottima squadra della Polizia municipale, non avete che da chiamarli.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?