«Quel proiettile avrebbe potuto colpire mio figlio. Ma c’era Opie, è lui ad averlo salvato». Scoppia a piangere Angelica Sipe mentre racconta alla televisione Fox 43 la brutta esperienza vissuta alcuni giorni fa nella città di York (Stati Uniti) dove vive con il bambino di 3 anni. 

Tutto ha avuto inizio quando la donna ha sentito un colpo di pistola che ha attraversato la finestra di casa. «Sono subito andata a controllare mio figlio, ma lui dormiva profondamente. Poi ho visto il mio gatto a terra e ho pensato che fosse morto – racconta Sipe -. Il proiettile vagante aveva trapassato il divano e aveva colpito Opie nella parte superiore della testa ed è uscito da sotto la sua ascella per finire poi su un cuscino. Lì vicino c’era mio figlio Daemire». 

Nonostante la ferita, anche il gatto si è salvato e porta i segni della brutta esperienza: punti di sutura sulla testa e una canula per il drenaggio. Dovrà essere sottoposto a un costoso intervento chirurgico per risolvere un problema muscolare e Sipe farà di tutto per curarlo: «Lui ha salvato mio figlio, lui è l’eroe di mio figlio» 

twitter@fulviocerutti  

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?