Era piccolo e spaventato. Bloccato nell’intercapedine di un muro di un’abitazione nel mezzo di un’ondata di caldo torrido a Santa Ana, in California. Ma il piccolo gatto aveva tanta voglia di vivere e ha iniziato a lamentarsi sin quando ha attirato l’attenzione dei proprietari della casa. Non è stato facile trovarlo, anche perché il piccoletto si era davvero cacciato in un brutto posto.  

«Munito di attrezzi hanno iniziato a bucare il muro nella propria casa per cercare di capire se quel piccolo lamento provenisse da qualcosa di vivo che aveva bisogno di aiuto» racconta Christine Stephenson, un’addestratrice di cavalli. 

Dopo aver aperto alcuni buchi nel muro, hanno finalmente trovato il gattino: un minuscolo piccolo color zenzero di tre giorni, che miagolava disperato forse nella speranza di attirare sua mamma di cui non c’era traccia. 

«I suoi soccorritori l’hanno subito portato al più vicino pronto soccorso veterinario. Un mio buon amico, che lavora presso l’ospedale, mi ha contattato quella notte e mi ha raccontato la storia» spiega Stephenson. Secondo il veterinario, se non avessero tirato fuori il gattino, non sarebbe sopravvissuto nemmeno un paio d’ore con il caldo in aumento. 

All’addestratrice di cavalli è stato chiesto se poteva svezzare il gattino nutrendolo ogni due ore con il biberon. «L’ho portato con me ovunque andassi: a casa, al lavoro, agli appuntamenti, ho dormito con lui vicino al mio letto, l’ho portato in un marsupio come un canguro al lavoro» racconta la donna.  

Ovunque andasse, Christine portava con sé le provviste e il trasportino del gattino. «Tutti i miei clienti mi prendevano in giro dicendo: “Ha avuto un nuovo figlio”. Mi è costato un sacco di lavoro e una perdita di sonno molto consistente, ma ne valeva la pena». 

Il piccolo gattino color zenzero è stato chiamato Wall-E e ha preso subito l’abitudine di rannicchiarsi in braccio a Christine dopo ogni pasto e piangere per attirare la sua attenzione e altre coccole. 

E nella sua nuova vita il gattino ha trovato anche una sorella felina, Squeakers, con cui si è instaurato un ottimo rapporto: «Amano giocare e correre in giro per casa e cercare di svegliarci alle 4 del mattino». 

E Wall-E poco per volta è entrato nel cuore di tutti: «Inizialmente doveva essere solo in affido, dato che avevo già due gatti (Squeakers e Panda, che ho trovato anche loro come orfani negli anni precedenti. Dopo una settimana o due con Wall-E, il mio fidanzato ed io ci siamo così affezionati che abbiamo deciso di tenerlo. Da allora è diventato un membro permanente della famiglia». 

L’affettuoso gatto color zenzero è diventato la piccola ombra inseparabile della sua mamma umana dal giorno in cui si sono incontrati. «Oggi è un bel gatto felice e viziato che non smette mai di fare le fusa. In pratica, riesce a fare tutto ciò che vuole, viaggia in macchina, cammina con l’imbracatura e il guinzaglio, è persino andato in campeggio e ha cavalcato un cavallo». 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?