VILLA VERDE. Quelle uccisioni di gatti sono andate avanti per troppo tempo. Fatti fuori a colpi di fucile, per giunta. Sussurri e lamentele e anche denunce, poi gli 007 versione paese mobilitati per identificare l’idiota, o gli idioti, di turno. E provare a convincerlo(i) con le buone che non si può sparare così, al gatto, anche quando entra nel giardino di casa. Nulla, non c’è stato verso. La strage dei mici non si è fermata.Roberto Scema, sindaco di questo comune dell’Alta Marmilla che conta ben 350 anime, si è stufato. Esperito ogni tentativo, insomma, dopo aver cercato con i metodi all’antica di identificare e provare a mettere un poco di sale in zucca al cecchino, Scema ha deciso di alzare il tono della questione. E sulla carta intestata del Comune di Villa Verde ha pubblicato un bell’avviso.«Da un po’ di tempo si susseguono le denunce relative ad atti contro gli animali, i gatti in particolare, anche attraverso l’utilizzo di armi da fuoco. Si ricorda alla cittadinanza che si tratta di un reato penale», e via a citare gli articoli 544 bis (uccisione di animali) e ter (maltrattamento di animali). Non è finita qui. «A questo si aggiunge la violazione delle norme riguardo l’utilizzo di armi da fuoco, e il pericolo provocato alla pubblica incolumità. Ciò detto, si auspica fortemente che tali comportamenti che gettano discredito, anche indirettamente, sulla nostra piccola comunità, vengano banditi».Detto ciò, tutte le famiglie di Villa Verde si vedranno recapitare la lettera contenente quello che sembra un richiamo al buon senso. «Visto che le trattative bonarie non hanno dato risultati, ho pensato che rendere pubblica la questione fosse l’unica soluzione. Chi sta sparando ai gatti sta insultando tutta la comunità. Speriamo che la condanna sociale valga a qualcosa». E Villa Verde, paesino che non ha nemmeno un vigile urbano (l’ultimo è andato in pensionesei anni fa e non è mai stato sostituito, questione di soldi che mancano), prova a reagire con gli anticorpi della civiltà. «Ci sono già riscontri», dice il sindaco, che l’avviso lo ha pubblicato anche sulla sua pagina di Facebook. Il cecchino è avvisato, a questo punto non resta che isolarlo.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?