Oltre 700 gatti sfilano alla Fiera di Genova per il titolo di più bello

Le immagini di mici piccole grandi star

Articoli correlati

Genova – Coccolati, viziati e curati nei minimi particolari come star in procinto di sfilare sul red carpet di un Festival del Cinema o sulle passerelle di moda. Sono oltre 700 i gatti che sfileranno, in questo fine settimana alla Mostra felina della Fiera di Genova.

Tra di loro, il Gatto Winston che ha persino la sua pagina Facebook personale dove tiene un diario aggiornato. Si può trovare digitando www.facebook.it/blindWBC .Purtroppo, però, il gatto cieco, come quello sordo, non possono sfilare tra i campioni per le “regole” che ancora sono in vigore nelle competizioni. In America ci hanno già pensato già pensato inserendo una categoria “gatti disabili” con tanto di giudici specializzati.

Piccoli e grandi, con il pelo lungo o addirittura completamente senza pelliccia, i gatti sono i protagonisti incontrastati della kermesse che richiama allevatori ed appassionati da tutta Italia ma anche dall’estero.

In molti si sfideranno per il titolo di campione della propria razza, premi ambiti anche perché possono fare la fortuna di un allevamento ed impreziosire il pedigree che farà schizzare alle stelle le quotazioni delle cucciolate.

Business ma anche molta passione perché preparare, seguire e presentare un campione alla critica severa dei giudici internazionali è tutt’altro che una passeggiata. Shampoo particolare, colpi di phon per gonfiare il pelo ma anche talco per rendere più vaporose alcune parti del corpo e profumi per rimuovere anche il più leggero degli odori di “selvatico”.

Gli allevatori percorrono anche centinaia di chilometri per partecipare alla rassegna e spendono cifre di tutto rispetto per presentare i beniamini. Guai a parlare di stress per i gatti, però, gli animali vengono accuditi come principi e principesse, garantiscono gli allevatori: e guai da esagerare con macchine fotografiche, smartphone e flash.

Ad attirare l’attenzione dei visitatori, quest’anno, è anche la partecipazione di uno dei due allevamenti italiani di “Kurilian Bobtail” i curiosi gatti delle isole Kurili, tra Giappone e Russia, che hanno sviluppato una curiosa coda a pon-pon che li proteggerebbe dal freddo eccessivo limitando la dispersione termica. La star del momento, però, resta il gatto Maine Coon, originario del Nord America e che raggiunge dimensioni davvero enormi per la categoria.

Il folto pelo lungo e l’aria da cacciatore sempre attento ne fanno un animale ricercato tra gli appassionati di felini in Italia e le quotazioni per un cucciolo di razza sono da vero lusso.

Non mancano, neppure quest’anno, i gatti senza pelo di razza “Sphinx” che, a dispetto del nome, non sono affatto originari dell’Egitto dei faraoni ma del Canada. I primi esemplari di questa curiosa razza sono stati studiati nel 1902 e di esotico hanno solo il nome e l’aria austera delle divinità feline venerate all’ombra delle Piramidi.

Chi si aggira per la Mostra felina della Fiera di Genova, però, lo fa anche solo per acquistare uno dei mille gadget in vendita presso alcuni stand specializzati. Si tratta di giochini per stuzzicare e far giocare il proprio micio o cucce e “tiragraffi” a più livelli che possono arrivare a oltre due metri di altezza e prezzi di tutto rispetto. Per i più pigri c’è anche un supporto tecnologico, dotato di puntatore laser, che fa giocare il micio anche in assenza del padrone.

La tecnologia che corre incontro alle esigenze del gatto di casa che trascorre diverse ore da solo. Il giro d’affari che ruota ogni anno attorno al mondo degli animali da compagnia è in continua crescita e oltre il 50% delle famiglie che possiedono animali in Italia, hanno uno o più gatti.

Passeggiando tra gli stand della Fiera è anche quindi possibile imbattersi nella “mascotte” dell’evento: Winston Binocolo Churchill, un gatto cieco che è stato salvato da morte certa, abbandonato tra i rifiuti ed è ora una sorta di testimonial per le adozioni.

«Comprate animali di razza ma adottate anche dei mici di strada – spiega Annalisa Gra, appassionata allevatrice non professionista e in prima linea nella difesa dei gatti – Chi ama gli animali non può dimenticarsi dei gatti con disabilità perché un gatto cieco o sordo o senza una zampina è in grado di vivere tranquillamente in casa senza troppi problemi e restituisce raddoppiato l’amore che gli viene offerto».

© Riproduzione riservata

DAL WEB:

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?