Il forasacco – nome volgare che indica alcune specie di graminacee – è una piccola spiga, molto diffusa ed estremamente pericolosa per la salute dei cani.
Il forasacco comincia a spuntare nei campi e nelle aiuole a partire dal mese di giugno. Tuttavia, queste spighe diventano maggiormente pericolose in estate, quando cominciano a seccare.

Quali sono i rischi

Come detto, il forasacco verde non è particolarmente pericoloso. I problemi per i cani si incontrano quando le spighe seccano e diventano dorate.
Queste graminacee, infatti, hanno steli acuminati e pungenti. Il rischio è che, durante le passeggiate, il cane vi entri in contatto e rimanga ferito. Le spighette, infatti, si attaccano al pelo del cane e non di rado possono ferirlo. I rischi maggiori si hanno quanto la spiga penetra nelle zampe o nelle mucose dell’animale.

I sintomi da non sottovalutare

Il consiglio principale è quello di prestare attenzione ai comportamenti del cane. Se il naso o la bocca sanguinano, se il cane starnutisce o scuote insistentemente la testa, è probabile che durante le uscite all’aperto sia entrato in contatto con un forasacco. Un accorgimento è quello di esaminare con attenzione il pelo del cane ogni volta che si rincasa da una passeggiata estiva all’aperto.
Infine, è bene ricordare che, nel caso in cui la spiga abbia lesionato la cute o le mucose dell’animale, è necessario recarsi al più presto dal veterinario. La spiga, infatti, non provoca solo lacerazioni, ma può anche portare all’insorgenza di infezioni o ascessi.

© riproduzione riservata
riproduzione consentita con link a originale e citazione fonte: rivistanatura.com

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?