Il 33% degli italiani ha almeno un animale domestico in casa, ma a causa della crisi economica questa percentuale è calata del 10% rispetto al 2016, ed è diminuita anche la spesa per nutrire e curare gli animali. Lo rivela il Rapporto Italia 2017 dell’Eurispes. Le nostre case ospitano soprattutto cani (62%) e gatti  (40,8%). Tra coloro che posseggono un animale, il 34,4% lo ha acquistato in un negozio, mentre il 22,1% lo ha preso in un canile (e simili), il 30,4% ha adottato un animale abbandonato e il 31,3% lo ha ricevuto in regalo. Quasi l’80% di chi ha un animale non spende più di 50 euro mensili per il proprio pet (+6,4% rispetto al 2016). A causa delle ristrettezze economiche, il 17,3% di chi ha un animale ha rinunciato alle cure mediche o agli interventi chirurgici costosi, mentre il 15,4% ha ridotto la spesa per i medicinali. Il 25% ha ridotto le visite veterinarie e il 39% ha acquistato cibo meno costoso. Oltre il 41% ha rinunciato a prendere altri animali in casa. “I dati Eurispes – dichiara la presidente nazionale dell’Enpa, Carla Rocchi – dimostrano l’urgenza di prevedere una fiscalità di favore per gli animali, con l’introduzione tra l’altro dell’Iva agevolata su pet food e cure mediche”. L’Enpa torna a sollecitare anche il via libera del Parlamento all’uso di farmaci generici per gli animali. Nei dati Eurispes, Lav legge segnali di un paese è sempre più solidale con gli animali in fatto di scelte alimentari e di rapporto con gli animali domestici. I vegani, infatti, salgono al 3% (erano l’1%) triplicando il dato dello scorso anno, arrivando a essere circa un milione e 800mila. E i numeri sulle adozioni in canile e di animali abbandonati sono la “conferma di una consolidata amicizia e di una relazione familiare che ha esteso i suoi confini ai quattro zampe”.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?