Ogghy non ce l’ha fatta. Per quasi due anni ha vagato chissà dove fin quando è tornato alla porta di casa sua percorrendo 140 km. «Ci speravo tanto – aveva detto mercoledì sera Bella, la sua proprietaria fra le lacrime -. E’ stata la prima cosa bella di questo anno». Ma a distanza di qualche giorno il suo cuoricino ha smesso di battere. Probabilmente il suo fisico non ha retto alle difficoltà incontrate nel suo lungo rientro a casa, dalla Maremma, dove era sparito nel corso di una vacanza nel 2015. 

Anche se vistosamente dimagrito e malconcio, ma la sua amica umana non ha avuto dubbi: quel gatto che insistentemente miagolava per farsi aprire la porta di casa qualche giorno fa era proprio Ogghy. 

Quanto sarebbe accaduto a Ogghy, secondo il docente di etologia Francesco Dessì Fulgheri, «non è impossibile, anche se si tratta di un record». La sua proprietaria, Bella Pezzoli, che vive a Scandicci, alle porte del capoluogo toscano, aveva messo cartelli ovunque e lanciato appelli sul web dopo la scomparsa del micio, ma di Ogghy non si avevano più avute notizie fino a pochi giorni fa, quando ha fatto ritorno puntando direttamente alla sua lettiera e alla sua ciotola per la pappa per poi stendersi, racconta la signora, sul suo divano preferito. Secondo l’etologo il gatto potrebbe essere stato sfamato da famiglie presso le quali è stato ospite temporaneo nel suo lungo viaggio verso casa. 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?