Mercoledì, 02 Settembre 2015 08:15

Lab Microscope1Dalle analogie tra l’oncologia umana e quella veterinaria nasce il registro dei tumori animali. Obiettivo: ottenere informazioni epidemiologiche utili anche alla medicina umana. Il 3 agosto è stata pubblicata la D.G.R. Regione Marche n. 627Protocollo d’intesa tra la Regione Marche, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche, l’Università degli Studi di Camerino con la Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria, gli Ordini Provinciali dei Medici Veterinari della Regione Marche concernente l’istituzione del registro tumori animali della Regione Marche”.

Il registro viene istituito in via sperimentale, per un perido di tre anni, attraverso il coinvolgimento dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche, del Dipartimento di Scienze Biopatologiche ed Igiene delle Produzioni Animali dell’Università degli Studi di Camerino e degli Ordini Provinciali dei Medici Veterinari della Regione Marche.
La collaborazione tecnico-scientifica tra i suddetti attori è orientata all’uso integrato del registro con l’obiettivo comune di:

-rilevare ed elaborare i dati relativi ai tumori riscontrabili nella specie canina;
-descrivere la frequenza (incidenza) e gli andamenti temporali della patologia neoplastica;
-descrivere la distribuzione geografica dei casi e il loro eventuale addensamento in clusters spaziali;
-processare i dati sanitari (umani e animali) per la mappatura dei casi e la valutazione delle possibili correlazioni con le caratteristiche geografiche e ambientali dei luoghi di vita.

I medici Veterinari libero-professionisti che esercitano sul territorio regionale inviano i campioni di tessuto patologico prelevato su cani di proprietà ai laboratori di istopatologia della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria e dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche.

I dati anagrafici e clinico-istologici dei singoli casi vengono inseriti dai liberi professionisti utilizzando la sezione informatica del Registro Tumori Animali in SIVA (preaccettazione verso i laboratori di istopatologia).

La valutazione epidemiologica è affidata all’UOD Osservatorio Epidemiologico Umbria dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche.

Al dirigente della P.F. veterinaria e Sicurezza Alimentare dell’Agenzia Regionale Sanitaria è conferito il mandato di individuare, con successivi atti, le modalità e le procedure necessarie allo sviluppo del modulo operativo per l’integrazione ei sistemi informatici SIVA (Sistema informativo Veterinaria Alimenti) e SIGLA (Sistema informativo gestione laboratorio analisi).

La manutenzione e la supervisione del Registro Tumori Animali è affidata alla P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare dell’Agenzia Regionale Sanitaria. (fonte)

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?