«Il migliore cane da pastore anti-lupo non è quello di razza, ma il bastardino, risultato di incroci e di un’attenta selezione dei cuccioli». E lui, i cuccioli anti-lupo, li regala. Perché sono gli «scarti» dell’allevamento che ha creato sulle montagne di Peveragno, nel Cuneese, dove dal 1999 cresce e addestra cani da guardia «anti-ladro» che vende a privati e imprenditori per proteggere case, aziende e magazzini.  

Il geometra Ezio Maria Romano, 55 anni, un passato nel settore immobiliare, ha fondato il Centro italiano di selezione cani anti-lupo e si è fatto un nome tra i margari che d’estate salgono in alpeggio. Esperto di cinofilia, nel 2003 ha regalato il primo cucciolo anti-lupo a due pastori di Borghetto Santo Spirito, disperati per gli attacchi del grande predatore che aveva causato loro pesanti perdite di pecore. Hanno funzionato benissimo. La voce si è sparsa anche in altre regioni e da allora, nella casa-allevamento di Peveragno, è un via-vai di allevatori (gli ultimi da Potenza, 12 ore di viaggio) interessati a carpire i segreti della sua attività. «Applico soltanto quanto avviene in natura da millenni – spiega Romano -: ho studiato e verificato incontrando pastori di tutto il mondo, soprattutto in Asia centrale. Da lì ho importato l’omonima razza di cani da pastore, che non è pura, ma meticcia». 

Mostra decine di foto in Turkmenistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Mongolia, Iran, Anatolia, Georgia, Macedonia, altri Paesi dell’Est europeo, a fianco di pastori con i fedeli amici a quattro zampe. «Non ce n’è uno uguale all’altro, sono tutti incroci – ribadisce -, gli unici che garantiscono un’efficace protezione alle greggi. Il cane di razza pura è un “sottoprodotto” dei meticci che un tempo lavoravano a fianco dei pastori. La ricerca della purezza ha fatto perdere l’istinto primario di dominanza che portava il cane a difendere le mandrie». Sbagliano gli esperti della Regione, che consigliano cani da guardia delle razze maremmano-abruzzese, dei Pirenei e del Caucaso? «Guarda caso, le razze che rientrano nel bando per i premi sugli alpeggi. Un business che non porterà mai a risultati. Quei cani hanno un carattere troppo blando, poca affinità col gregge, scarsa rusticità. Non funzionano. E a forza di subire attacchi, i pastori arrivano a chiedere di poter sparare al lupo, quando basterebbe un buon bastardino per risolvere il problema». 

Come nasce un anti-lupo? «Da ogni cucciolata, separo quelli che vedono nell’uomo un pericolo: in genere 2 su 10, che addestro come cani anti-ladro. Degli 8 restanti, individuo i più forti e che non vedono un nemico nell’uomo, ma sono “cattivi” con gli altri cuccioli. Segno che sono gelosi del cibo: un carattere che conserveranno anche da adulti, dimostrandosi gelosi anche dei lupi. Ma non daranno mai fastidio ai turisti». Ezio Maria Romano ha pubblicato un corso online su YouTube. Venti lezioni, con le tecniche di selezione e addestramento per gli allevatori interessati a «farsi in casa» un cane anti-lupo. 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?