Roma, 13 dicembre 2017 – Secondo blitz della polizia locale di Roma capitale nella casa della cosiddetta “killer dei gatti” del quartiere Appio latino. Nell’appartamento vicino a  piazza Re di Roma, dove vive una donna in pessime condizioni igienico-sanitarie, c’erano cumuli di rifiuti e di escrementi e un gatto che è stato salvato. Una situazione non molto diversa da quella riscontrata nel giugno scorso e che si perpetua, dicono i vicini, da almeno una quindicina di anni. E’ quanto riferisce una nota del Movimento animalista.

Nei giorni scorsi il Movimento animalista Roma, tutte le associazioni di protezione animale, il Comitato gatti via Latina e le Guardie zoofile di Fare ambiente avevano lanciato un accorato appello alle istituzioni perché intervenissero a tutela della donna stessa e degli animali che era solita raccogliere per strada e far morire di stenti in casa. L’intervento è iniziato ieri mattina presto ed è durato ore, ma non può dirsi conclusivo. “Di fatto – sottolinea Valentina Poggi, responsabile del Movimento animalista Roma –  è stato eseguito l’ennesimo sopralluogo, che ha permesso di salvare un gattino. Manca ancora un provvedimento interdittivo: la signora resta libera di “accumulare” gatti e di creare problemi a se stessa e agli animali. Occorre mettere un punto a questa vicenda, altrimenti saremo presto daccapo con le segnalazioni e le lunghissime attese perché si muova chi di dovere”, conclude la nota del Movimento.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?