QUINCINETTO. Svolta a Quincinetto, cambiano le norme sui cani. L’amministrazione comunale di Quincinetto ama i cani e si preoccupa del loro mantenimento nel rispetto delle regole.Infatti è il primo Comune in Canavese a dotarsi di un regolamento specifico, composto da 15 articoli, e preceduto dal parere dei veterinari dell’Asl/To4 di Ivrea, per la corretta detenzione dei cani e di tutte le problematiche connesse, con particolare attenzione all’accesso di Fido nei bar, nei ristoranti e nei negozi di alimentari.L’approvazione unanime del regolamento arriva subito dopo un episodio scatenante: il divieto da parte di un ristoratore del paese di far entrare nel locale un cliente con il cane. Prima dell’adozione del regolamento, le norme in proposito non erano ben specificate.«Ora – spiega Ignazio Strazzeri, responsabile della polizia locale ed estensore del regolamento – tale situazione è normata dall’articolo 10. I cani accompagnati dal padrone hanno libero accesso a tutti gli esercizi e gli uffici pubblici, fatta eccezione per i bar, i ristoranti e i negozi di generi alimentari con diverse indicazioni che scaturiscono da motivi igienico sanitari. Motivazioni che vanno comunicate alla clientela attraverso l’esposizione di un cartello esposto in modo ben visibile all’ingresso e previa comunicazione al Comune che ne prende atto con la registrazione al protocollo generale. I proprietari dovranno però avere il cane al guinzaglio e con la museruola. Le persone non vedenti o ipovedenti invece hanno diritto di farsi accompagnare dal loro cane guida anche senza museruola. L’ingresso dei cani è vietato nei luoghi di cura e nelle scuole».Per chi non rispetta le nuove disposizioni le multe sono severe: da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500, per coloro che trasportano i cani chiusi nel baule delle auto, lasciate al sole.Negli altri 14 articoli il regolamento detta poi tutte le norme in materia finalizzate a tutelare la serenità della convivenza tra l’uomo e la popolazione canina, partendo dall’incipit che i proprietari dei cani sono responsabili della loro salute e dei danni eventualmente cagionati dall’animale. Importanti le regole contenute negli articoli 7 sulla detenzione di cani all’interno di cortili e giardini, e 11 sulla tutela dell’aggressività esaltata dei cani. È vietato poi detenere i cani legati alla catena in spazi angusti, senza un riparo dalle intemperie, privi dell’acqua o del cibo necessario.Per determinate razze di cani, cosiddetti mordaci, il proprietario è obbligato a stipulare un’assicurazione di responsabilità civile per i danni provocati dai loro cani contro terzi. Infine il sindaco con specifica ordinanza,può disporre l’allontanamento di quei cani che con il loro abbaiare, guaire o ululare disturbano in modo insistente il vicinato. La presenza randagi deve essere segnalata dai cittadini agli uffici comunali che provvederanno alla cattura.

Lydia Massia
 

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?