amore-tra-cani-e-umani-lasciarsi-leccare-e-pericoloso-medici-e-veterinari-mettono-in-guardia

amore-tra-cani-e-umani-lasciarsi-leccare-e-pericoloso-medici-e-veterinari-mettono-in-guardia

Capita spesso di vedere amici e parenti, grandi amanti degli animali, lasciarsi ‘baciare’ dai loro amici a quattro zampe sul viso e talvolta anche in bocca. E se da una parte vi sono moltissime persone che non apprezzano per nulla questo particolare ‘rapporto’ tra persone e animali dall’altra parte vi sono proprio coloro i quali amano talmente tanto i loro amici ‘pelosi’ da pensare che non ci sia assolutamente nulla di male nel lasciarsi baciare su viso e bocca. Ma quello che nel corso degli anni molte persone si sono domandate è se in realtà lasciarsi leccare dal proprio cane o gatto sia pericoloso oppure no e quindi se questo non possa avere delle conseguenze negative sulla salute, ed ecco che proprio recentemente a sollevare la discussione sull’igiene legata agli animali domestici ci hanno pensato medici e veterinari che, sul New York Times hanno messo in guardia dai ‘baci canini’. Sulla delicata questione si è nello specifico espresso Neilanjan Nandi, professore alla Drexel University Medicine di Philadelphia, il quale ha nello specifico affermato che “la bocca degli animali è un enorme contenitore di batteri, virus e lieviti”.

Il muso del cane è infatti molto spesso a contatto con il pavimento o comunque con il suolo, i cani sono soliti leccare qualsiasi cosa si trovino davanti, senza alcuna distinzione e quindi, tra le varie cose ‘leccate’ vi troviamo anche feci e carcasse e, anche se l’uomo poi si lascia leccare viso e bocca in segno di amore in realtà potrebbe incorrere nel rischio di contrarre diverse infezioni, tra queste salmonella, escherichia coli e tante altre patologie gastrointestinali. E’ inoltre opportuno precisare che nella saliva del cane sono contenute proteine utili a disinfettare le loro ferite ma allo stesso tempo anche organismi specifici dei cani che l’uomo non è assolutamente in grado ne di tollerare e neppure di combattere e quindi, nel caso in cui il cane trasmetta all’uomo dei batteri ecco che questi possono essere causa di alcune malattie, alcune delle quali precedentemente citate.

Per evitare di contrarre batteri presenti sul muso dell’animale è opportuno seguire piccoli accorgimenti ovvero vaccinare l’animale e sverminare i cuccioli e poi ancora lavare attentamente le mani con il sapone dopo aver giocato con l’amico a quattro zampe. Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano e direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi si è espresso sulla delicata questione sostenendo che comunque, baciare un cane è meno rischioso di baciare una persona in quanto “la trasmissione di malattie che riguardano gli uomini è ben più facilitata perchè il nostro corpo è predisposto”. Pregliasco ha poi continuato il suo intervento in merito alla discussa abitudine di lasciarsi ‘baciare’ da cani o gatti sulla bocca e sul viso, affermando nello specifico “La cute del padrone è una barriera inespugnabile. La trasmissione può avvenire quando la lingua del cane o del gatto tocca le mucose presenti negli occhi, nel naso e nella bocca di una persona”.

Va ricordato però che anche una semplice ‘leccata’ di un cane può essere dannosa, secondo alcuni esperti. Nella saliva dei cani sono contenute proteine utili a disinfettare e pulire le ferite, ma ci sono anche organismi specifici che l’uomo non è in grado di combattere. Per questo molti specialisti restano su posizioni più prudenti. “Non lascerò mai ad un cane la possibilità di leccarmi il volto”, dice John Oxford, professore di virologia presso la Queen Mary University di Londra.

Le precauzioni. Per evitare di correre rischi i consigli sono quelli classici. Bisogna vaccinare Fido, sverminare i cuccioli, e dopo aver giocato con il cane è necessario lavare le mani con il sapone. Difficilmente, se si prendono questi accorgimenti, un batterio presente sul muso dell’animale può rappresentare una minaccia per una persona sana.

Toccasana per gli anziani. Se si accantona per un attimo la questione igienica, l’affetto e la compagnia degli animali domestici fanno bene al cuore, e non solo. A dirlo è la dottoressa Maddalena Lettino, responsabile dell’Unità operativa di cardiologia dello scompenso di Humanitas: “Cane o gatto che sia, avere un piccolo animale domestico aiuta a ridurre il rischio di infarto perché rappresenta un concentrato di affettività e gratificazione su cui gli anziani possono rivolgere le proprie attenzioni e con cui costruire una relazione reciproca”. Inoltre le ricadute sugli anziani sono positive per la prevenzione delle malattia cardiovascolari, perché le coccole con un animale favoriscono il rilascio delle endorfine, ormoni del benessere e della felicità.

loading…
loading…

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?