Giovedì, 07 Gennaio 2016 07:24

zanzara west nileData la situazione rilevata nel 2015, è “necessario e urgente” confermare le misure sanitarie e di sorveglianza della encefalomielite equina di tipo West Nile.

Per il Ministero della Salute, le attivita’ di sorveglianza veterinaria “sono indispensabili per garantire l’attuazione delle misure di prevenzione che interessano l’uomo stante il carattere zoonotico della malattia”. Viene quindi prorogata, fino al 31 dicembre 2016, l’ordinanza 4 agosto 2011, e successive modificazioni, recante: «Norme sanitarie in materia di encefalomielite equina di tipo West Nile (West Nile Disease) e attivita’ di sorveglianza sul territorio nazionale». L’ordinanza del 2011 è stata già prorogata due volte: nel 2013 e nel 2014.

Nel corso del 2015, il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) presso l’IZS di Teramo ha confermato la circolazione del virus West Nile sul territorio nazionale. Si è avuta conferma di positivita’ negli equidi (nelle regioni: Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte e Puglia); in organi di uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio (nelle regioni: Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Sardegna); in organi di uccelli selvatici trovati morti (nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Sardegna) e in un pollo nella regione Sicilia. Positività sono state confermate anche in 98 pool di zanzare, distribuiti nelle regioni Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Piemonte.

Le analisi condotte nell’ambito della sorveglianza entomologica e ornitologica, hanno confermato la presenza del West Nile Virus (WNV) lineage II in tutte le regioni ad eccezione della Sardegna nella quale e’ stata dimostrata la circolazione del lineage I, a dimostrazione della persistente circolazione virale.

Sempre nel corso del 2015 in Italia sono stati segnalati 36 casi confermati di malattia neuro-invasiva da West Nile Virus (WNND) nelle regioni Emilia-Romagna, Piemonte, Sicilia, Sardegna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Le attivita’ di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare dieci casi di febbre da WNV dei quali otto nella regione Emilia Romagna e due nella regione Lombardia.
—————–
Proroga dell’ordinanza 04 agosto 2011 e successive modificazioni recante: Norme sanitarie in materia di encefalomielite equina di tipo West Nile (West Nile Disease) e attivita’ di sorveglianza sul territorio nazionale – Gazzetta Ufficiale n. 303 del 31 Dicembre 2015

Piano di sorveglianza integrata entomologica e veterinaria

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?