Taipei, (askanews) – L’8 agosto è la Giornata internazionale del gatto e sono molti i luoghi, soprattutto in Asia, che venerano questo felino, come un intero villaggio a Taiwan, con decine di gatti che hanno eletto a loro residenza Houtong, un ex villaggio di minatori divenuta una delle maggiori attrazioni turistiche nel nord dell’isola. Incastonato in una valle a un’ora da Taipei, il villaggio si è spopolato con il declino dell’industria mineraria locale nel 1990.

“Amo questo posto perché è pieno di gatti. Amo molto i gatti e qui è pieno di turisti”, dice questa turista Amy Chou.

“Non sono aggressivi, si avvicinano un po’ alle persone. Sono molto fotogenici”, aggiunge.

È stato un fotografo nel 2008 a scoprire questo villaggio e a renderlo famoso.

A Hong Kong, esiste invece un rifugio per gatti in una libreria situata in un seminterrato. Ad accompagnare i clienti nelle loro ricerche ci sono circa 40 felini. Capita spesso che tra una carezza e uno spuntino, ci scappi qualche gioco:

“Spero che la gente venga qui per leggere o cercare qualche libro e non per giocare con i gatti”, spiega la libraia Caroline Chan.

“I gatti hanno la loro vita. Non sappiamo se meditano, pensano alla loro vita e noi li interrompiamo. Io penso che i gatti siano dei filosofi, non si sa mai a cosa pensino”.

Ormai celebre su Instagram, invece, il tempio Gotokuji a Tokyo, dedicato ai gatti, con migliaia di statuine portafortuna chiamate “Manekineko”.

“I gatti non vengono a portarvi la fortuna, siete voi che dovete andarli a cercare”, dice il vice responsabile del tempio, Tessai Kasukawa.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?