Chissà quante volte il vostro cane sale sul divano anche se sa benissimo che non volete. O quante volte vi ruba le scarpe mentre guardate la tv. Ma il suo sarà un dispetto? Ecco le risposte che cercate.

parte 1 di 1

Ogni volta che porti il tuo cane dal veterinario o in un salone di toelettatura, capita che ti trovi davanti qualcuno che si è autoproclamato “esperto di cani” e che è pronto a dirti esattamente cosa passa per la testa del tuo fedele amico.  Non importa che cosa stia facendo il tuo animale, l’esperto può dirti qualcosa del tipo “Il tuo cane sta facendo così perché ce l’ha con te per questo o per quel motivo”. Ma davvero i nostri cani agiscono in questo modo? Possono far qualcosa per il semplice gusto di farci un dispetto?

In qualità di esseri umani, tendiamo continuamente ad antropomorfizzare il nostro amico a quattro zampe. Questo non avviene senza un motivo valido; i cani sono molto più intelligenti di quanto pensiamo e possono adottare certi comportamenti con l’obiettivo di manipolarci. Uno studio scientifico ha rivelato che i cani possono imparare un massimo di 150 parole e, una volta diventati davvero bravi, possono raggiungere anche le 250.

Un esempio di come antropomorfizziamo i nostri cani è la classica supposizione secondo cui, quando facciamo qualcosa che li fa arrabbiare, loro agiscono di conseguenza, con l’intento di ferirci.  Ma il loro cervello non ragiona davvero in questo modo.

I cani non hanno la capacità di riflettere o di meditare sul passato. Loro vivono nel presente; hanno una memoria, ma lavora in modo diverso dalla nostra. Non rimangono incollati al passato come noi, e la loro memoria si accende nel momento in cui succede qualcosa che hanno già sperimentato in precedenza.  Se per esempio un giorno hanno nuotato e si sono divertiti, non penseranno a quell’attività fino a quando non avranno la possibilità di nuotare ancora. Una volta nell’acqua, la loro memoria si innescherà nuovamente e ai nostri cani piacerà nuotare, esattamente come la prima volta.

Così, per via del fatto che non possono ragionare, i cani non agiscono con lo scopo di farci un dispetto. Piuttosto, sanno perfettamente cosa avviene dopo una loro azione. Se rubandoti la scarpa il cane riceve le tue attenzioni, allora potrebbe rubartela proprio per quel motivo, e non per farti arrabbiare.

Inoltre, i cani percepiscono i nostri stati d’animo e si rispecchiano in essi. Se dobbiamo portarli in un salone di toelettatura ma ci sentiamo in colpa per questo, loro percepiscono la nostra paura come legittima e si sentiranno ugualmente impauriti una volta giunti al salone. Lo stesso discorso vale per quando portiamo i nostri animali dal veterinario. Se ci mostriamo timorosi e cerchiamo di consolarli accarezzando il loro musino e dicendo cose del tipo “andrà tutto bene”, loro saranno portati a pensare “oh no, questo posto non mi piace, devo avere paura”.

Tutto sommato, il tuo cane è più sveglio di quanto credi. È in grado di capire gli stati d’animo degli umani meglio di quanto la maggior parte delle persone possa immaginare. Anche se possono imitare i nostri stati d’animo, i cani non sono in grado di riflettere o di vivere di memorie, motivo per cui essi non possono cercare vendetta o agire per farci un dispetto.

I nostri cani provano stati d’animo come l’ansia e la depressione, ma non pianificano atti di vendetta nei nostri confronti.

© Riproduzione riservata

articoli correlati

Il mio cane mi fa i dispetti!

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2023 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?