Non solo tra gli uomini, ma anche tra i cani possono nascere gemelli identici. Come è accaduto per la prima volta nella storia in Sudafrica, dove è venuta alla luce la prima coppia di quadrupedi perfettamente uguali. Una vera novità per l’universo canino, sebbene i parti gemellari avvengano tra i cani ma non, come in questo caso, con lo stesso corredo genetico. A dare la notizia è la Bbc, riportando la testimonianza di Kurt de Cramer, veterinario del Rant en Dal Animal Hospital di Mogale City, nella provincia del Gauteng. Il medico stava eseguendo un taglio cesareo su un levriero irlandese femmina, «che mostrava dolore e sforzo addominale nel procinto di partorire». Per de Cramer era un evento di routine, dato che opera circa 900 parti cesarei ogni anno. «Ho notato che il cane lupo aveva un rigonfiamento insolito nell’utero», ha raccontato. In un primo momento, «ho pensato si trattasse di un eccesso di liquido attorno al feto. Poi, ho fatto un’incisione nell’utero del cane per estrarre il feto e con grande sorpresa ho trovato due feti».

Il primo esempio conosciuto di cani gemelli monozigoti

Entrambi i feti erano attaccati con cordoni ombelicali alla stessa placenta. «Quando mi sono reso conto che i cuccioli erano dello stesso sesso e che avevano segni molto simili, ho anche subito sospettato che potessero essere gemelli identici originati dal frazionamento di un embrione», dice de Cramer, non riuscendo a smettere di ammirare questa particolare scoperta (la prima in 26 anni di carriera, ndr.), dato che «c’erano anche altri cinque cuccioli vivi, apparsi come avviene normalmente, ognuno con la propria placenta, disposti in fila indiana nell’utero della madre». Immediatamente il veterinario ha chiamato altri specialisti riproduttivi per confermare i suoi sospetti. I risultati dei prelievi di sangue, a due settimane dalla nascita, hanno confermato ciò che de Cramer aveva sospettato: il cane aveva dato alla luce due cuccioli geneticamente identici, il primo esempio conosciuto di cani gemelli monozigoti. I test sono stati ripetuti a sei settimane esaminando i tessuti, e la scoperta è stata nuovamente confermata.

Due cuccioli indistinguibili

I due cuccioli appaiono del tutto indistinguibili: presentano non solo lo stesso genere, ma anche la medesima composizione del manto, tanto da riportare sul muso e sul dorso delle macchie del tutto sovrapponibili. Ad oggi, non si hanno testimonianze, almeno a livello scientifico, di altri casi analoghi nell’universo dei cani. Esempi di gemelli omozigoti non sono del tutto radi fra altre specie animali come i cavalli, ma spesso non sopravvivono al parto.