La storia allucinante del cane ritrovato agonizzante dai volontari animalisti non e’ ancora finita.

Gli insulti contro la coppia che aveva il cane ritrovato in condizioni terribili con la bocca divorata dai vermi ma ancora vivo, stanno tornando a monopolizzare le discussioni.

Discussioni e insulti contro la coppia non solo sui social ma anche per strada, tanto che la signora ha cercato di dare spiegazioni pubbliche ad un altro giornale locale.

“Il nostro meticcio era sul balcone… a un certo punto la vicina del piano di sotto e’ venuta a suonare al campanello dicendo che il cane era caduto dal quarto piano”, Mi ha marito lo ha soccorso e portato dal veterinario”.

E una volta medicato il cane nonostante le cure,  non ce l’ha fatta.

Il cane era morto ed e’ stato seppellito?  La signora afferma nell’altro quotidiano che qualcuno ha seguito il marito : “qualcuno deve averlo seguito, ha tirato fuori il cane dalla terra”.

“lo piango giorno e  notte” aggiunge la signora per fare capire quanto fossero affezionati.

Altra e diversa la versione di chi lo ha ritrovato.

Gli animalisti ” attendono il resoconto dell’esame autoptico che  stabilirà se le fratture e le ferite siano compatibili con la caduta” e il cane non aveva neanche il microchip altro aspetto che fa pensare.

La Lega Nazionale per la Difesa del cane  dichiara di essere ” pronta a fare luce su un caso crudele, cane morto fra atroci sofferenze”.

Una storia di cui si e’ parlato molto e non e’ finita qui a quanto pare.

Commentare due storie così diverse non e’ facile:  se il cane e’ stato sepolto morto e’ una cosa, se e’ stato sepolto vivo si tratta di un fatto grave e di un reato.

Ricordiamo che  la salma di un animale domestico è considerata dalla legge rifiuto speciale. È quindi obbligatorio denunciare la morte alle autorità competenti.

Il fido Custode ,tanto per fare un esempio, “fornisce il servizio di Cremazione con Riaffido delle ceneri con un costo a partire da euro 250,00 tutto incluso.
Le ceneri del vostro amico animaletto vi verranno restituite  a domicilio”.

Nell’altro caso non unico, successo pure nel bresciano e nel casertano si potrebbe profilare se dimostrato, quanto previsto dall’Art. 727 del codice penale: Abbandono di animali:

“Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

Vedremo e potremo esprimerci compiutamente solo alla fine delle indagini e dopo l’esito delle denunce.

redazione 

Varese Press

foto di repertorio di un animale morto per avvelamento

la foto dell’animale ritrovato non abbiamo voluto pubblicare, troppo cruenta.

redazione Varese Press

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?