ippicaLa filiera dell’ippica “è in gravissima crisi”. Al Governo spetta il compito di rilanciarla. In fretta, perchè molti non hanno più lavoro.
L’On Guido Guidesi ha presentato una interrogazione parlamentare a cui ha risposto il Viceministro al Mipaaf Andrea Olivero. Nell’Aula di Montecitorio, il rappresentante del Governo ha spiegato l’iter della delega conferita al Governo dal “Collegato Agricolo” per il riassetto del settore ippico nazionale. L’ippica è una filiera molto vasta, ha spiegato l’interrogante, che ha messo l’accento sulle perdite occupazionali ed economiche già subite.

I punti principali della riforma- In primo luogo, ha spiegato Olivero, ci sarà un riordino dei prodotti di scommessa ippica, “con la rivisitazione delle relative aliquote e il conseguente atteso incremento del gettito erariale e sulla progressiva riduzione dei finanziamenti pubblici derivanti da altre fonti di gettito diverse dalle scommesse ippiche”.
Per  consentire al comparto di posizionarsi meglio sul mercato nazionale ed internazionale, “saranno predisposte le condizioni organizzative e funzionali per una riorganizzazione da attuare anche attraverso la revisione e il rilancio dei sistemi di finanziamento correlati alle scommesse”- ha aggiunto il Sottosegretario.

Attuazione della Delega– Il Sottosegretario Olivero ha spiegato in Aula che il Mipaaf ha aperto il confronto con il Ministero dell’economia e delle finanze e con l’Agenzia delle dogane e dei monopoli “per la predisposizione dei provvedimenti attuativi”. Oltre alla rivisitazione  delle scommesse ippiche, è prevista l’individuazione di un apposito organismo a cui saranno affidate le competenze oggi in capo al MIPAAF, in particolare l’organizzazione degli eventi ippici e la ripartizione e la rendicontazione delle risorse destinate alla filiera.
Per i primi cinque anni dalla costituzione del nuovo organismo “è prevista una qualificata partecipazione di rappresentanti del MIPAAF e del Ministero dell’Economia e delle Finanze”. Successivamente sarà creato uno specifico organo di vigilanza sulla gestione del comparto da parte del nuovo organismo.

Responsabilità del Governo- In replica, l’On Guidesi ha rimarcato che le cause della crisi dell’ippica, sono gestionali ed economiche, ma si devono anche “alla scarsa attenzione” del Governo. Manca il gettito delle scommesse e mancano anche le risorse pubbliche, ma l’ippica nazionale soffre anche di una perdita di credibilità e non è attrattiva per i vari sponsor- ha fatto notare Guidesi, invocando “riforma vera”. Il Ministero delle Politiche Agricole è stato delegato dal Parlamento a realizzarla, ma bisogna “fare in fretta, perché ci sono parecchi soggetti del comparto e della filiera che purtroppo hanno chiuso e che non hanno più un lavoro”.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?