La città di Sanremo è al 5° posto, nella speciale classifica redatta da Legambiente per il rapporto 2017 di ‘Animali in città’, per il numero di gatti randagi, accolti nelle colonie feline.

Le Amministrazioni comunali che risultano più amanti dei gatti (in colonie feline) vedono in testa: Aymavilles (in provincia di Aosta) con 1 gatto ogni 4 cittadini, seguita Scarlino (Grosseto) con 1 gatto ogni 10 cittadini, Arezzo con 1 gatto ogni 12, Montecalvo in Foglia (Pesaro e Urbino) con 1 gatto ogni 13 cittadini. Sanremo è quinta con 1 gatto ogni 15 cittadini, su un totale di 59367 abitanti.

Animali in Città è l’indagine di Legambiente che valuta le performance che Amministrazioni comunali e Aziende sanitarie locali dichiarano di offrire ai cittadini che hanno animali d’affezione e, in generale, per la migliore convivenza in città con animali padronali e selvatici. Da quest’anno accompagna questa analisi anche l’opinione dei cittadini raccolta tramite apposito sondaggio online e relativa alla percezione rispetto alla situazione vissuta nella propria città. Oggi nelle aree urbane italiane si giocano alcune delle principali sfide del Paese ed anche quella per rinnovare la complessa e plurale relazione con gli animali si vince o si perde nelle città.

Il quadro che emerge dal 6° rapporto nazionale rimarca l’urgenza di una visione e di una strategia condivisa tra i diversi attori istituzionali maggiormente responsabili di tali aspetti: Amministrazioni comunali, Regioni e Governo, anche e soprattutto per costruire un’effettiva conoscenza del mondo animale, superare la conseguente scarsa educazione all’esigenze di coesistenza con gli animali in città e l’insufficiente consapevolezza delle fondamentali responsabilità individuali dei cittadini per poter giungere a risultati di maggior benessere degli altri esseri senzienti e di civile convivenza.

Le Amministrazioni comunali, insieme alle Aziende sanitarie sono tenute ai controlli e al rilascio delle diverse autorizzazioni alle strutture e ai luoghi dedicati ai servizi agli animali d’affezione (e ai loro detentori/proprietari). Per intendersi, parliamo di canili, colonie feline, oasi feline, aree urbane per cani, pensioni per cani e gatti, campi di educazione e addestramento cani, allevamenti, ecc.. Sapranno quante e dove siano nel territorio di loro competenza e faranno i necessari controlli? Solo il 22,22% dei Comuni dichiara di monitorare le colonie feline presenti nel proprio territorio e da questi monitoraggi risulterebbero ben 14.907 colonie, con oltre 156.217 gatti e 42.810 cittadini impegnati (comunemente noti con l’appellativo di gattare/i). In numeri assoluti, in ordine decrescente, dichiarano: Napoli 1.541 colonie per 25.000 gatti e 513 gattare/i (1 cittadino ogni 48,7 gatti), Torino 1.505 colonie per 29.000 gatti e 850 gattare/i (1 cittadino ogni 34,1 gatti), Milano 1.000 colonie per 15.000 gatti e un non specificato numero di gattare/i, Arezzo 895 colonie per 8.300 gatti e un non specificato numero di gattare/i e, infine, Prato 820 colonie per 4.000 gatti e 500 gattare/i (1 cittadino ogni 8 gatti). Invece, considerando i numeri relativi al numero dei cittadini residenti le Amministrazioni comunali che risultano più amanti dei gatti (in colonie feline) sono: Aymavilles (AO) con 1 gatto ogni 4 cittadini, Scarlino (GR) con 1 gatto ogni 10 cittadini, Arezzo con 1 gatto ogni 12 cittadini, Montecalvo in Foglia (PU) con 1 gatto ogni 13 cittadini, Sanremo con 1 gatto ogni 15 cittadini.

La principale novità che accompagna il 6° rapporto nazionale ‘Animali in Città’ è uno specifico sondaggio di opinione, composto da dieci domande, a libera partecipazione sulla percezione della situazione vissuta nella propria città in relazione ai servizi che Amministrazioni comunali e Aziende sanitarie realizzano per i nostri amici a quattro zampe. Al sondaggio hanno partecipato, in modo incompleto, oltre 5.000 cittadini, tra questi ben 1.021 sono stati i questionari completi su cui è stato possibile fare l’analisi della percezione dei cittadini che hanno partecipato. 

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2021 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?