marco melosi cravattaOccupazione, competitività, competenze e lotta agli abusi. Il mensile di Fnovi e Enpav ha intervistato il Presidente dell’ANMVI.
Si intitola “Il futuro sta iniziando ora” l’intervista rilasciata dal Presidente Marco Melosi a 30giorni e pubblicata sull’ultimo numero. Tre domande su possesso responsabile, difficoltà occupazionali e di competitività e, infine, la tutela professionale contro il reato penale di esercizio abusivo.

Il Presidente dell’ANMVI insiste sulla necessità di sviluppare -parallelamente a quella sociale -una “cultura istituzionale istituzionale del possesso responsabile” e su questo – dichiara- “molte amministrazioni, a tutti i livelli, sono arenti. Più che le micro-chippature gratuite a questa o a quella manifestazione, credo – aggiunge Melosi- nell’utilità di applicare le sanzioni che la legge prescrive. Non è un’azione punitiva, al contrario è una forma di rispetto per la legge e per chi l’ha rispettata”. La cultura del possesso responsabile ” dovrebbe anche generare nei cittadini la capacità di distinguere i professionisti dai guru”.

Non è “verissimo” che il mercato del lavoro sia “saturo in senso assoluto”. Il Presidente Melosi, oltre a far notare che ci sono” alcuni settori lasciati scoperti per scarsa vocazione da parte dei veterinari posti che poi vengono occupati da altre figure”, osserva che la situazione più complessa riguarda il settore degli animali da compagnia, “anche se negli ultimi anni il numero crescente
di strutture 24h è in grado di assorbire un certo numero di neo-laureati che sono alla ricerca delle prime esperienze lavorative”.
Il Presidente dell’ANMVI osserva che “gli Atenei in questa fase stanno iniziando seriamente a lavorare sulla qualità della formazione accademica” e che “si debba lavorare su due piani: modernizzare le materie di studio e guadagnare un vantaggio netto e deciso su una miriade di operatori non regolamentati e molto aggressivi”.

E contro l’esercizio abusivo, occorre “dare base legislativa a ciò che rientra nella riserva esclusiva e riservata al medico veterinario, riunendo le fonti giuridiche che abbiamo a disposizione”.
L’ultima in ordine di tempo è il decreto parametri- osserva Melosi- che ha fatto dello Studio indicativo FNOVI una legge dello Stato. “Solo così si potrà dare più forza alle denunce per abuso di professione che ad oggi non si fanno abbastanza o non si fanno affatto, talvolta per mancanza di determinazione ma anche per gli scarsi risultati ottenuti fino ad oggi”- dichiara Melosi..

Il futuro sta iniziando ora
Intervista integrale su 30giorni, mensile di Fnovi e Enpav

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2022 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?