Pietra Ligure. Per raccontare questa storia useremo due nomi di fantasia, Paolo ed Anna. Rispettivamente 64 e 56 anni, si sono trasferiti da pochi mesi a Pietra Ligure e vivono in un appartamento in affitto in una zona non lontana dal centro. Secondo il loro racconto la sera del 2 agosto Paolo, sua moglie e il loro cane sarebbero stati aggrediti dai cani di un vicino di casa.

IVG ha raccolto la loro testimonianza: “Erano circa le 20.15 – racconta il signor Paolo – sono sceso di casa con mia moglie la quale teneva in braccio il nostro cane, uno yorkshire di circa 3kg. Ad un certo punto abbiamo incontrato la figlia minorenne di un nostro vicino di casa che portava a spasso i suoi due cani: un pitbull e un dogo argentino, entrambi al guinzaglio e senza museruola”.

A questo punto i due cani, dopo alcuni strattonamenti, sono riusciti a liberarsi sfuggendo al controllo della ragazzina: “Sono riuscito a bloccare il dogo argentino – spiega l’uomo – ma l’altro non sono riuscito a fermarlo e si è avventato addosso a mia moglie che teneva in braccio il nostro cane, il quale, scivolando a terra, è stato sbranato dal pitbull. Anche mia moglie, nel tentativo di liberare il nostro yorkshire dall’attacco, si è procurata delle lievi abrasioni sulla pelle”.

In seguito, grazie all’intervento dei due coniugi, i due animali sono stati separati. Ad avere le peggio, ovviamente, è stato il piccolo yorkshire: “Siamo immediatamente corsi al pronto soccorso veterinario di Finale Ligure – racconta il signor Paolo – e devo dire grazie al medico che ha salvato la vita al nostro cane: è stato un vero angelo, una persona gentile e competente”.

La storia potrebbe concludersi qui, con questo happy ending, ma nella realtà per Paolo e sua moglie questo sembra soltanto l’inizio di una spiacevole avventura: “Sono veramente sdegnato dal comportamento delle autorità competenti – spiega il signor Paolo – sono andato dai carabinieri prima, e dai vigili urbani poi, per denunciare il fatto e in entrambi i casi non abbiamo ottenuto nulla. Ci siamo sentiti abbandonati”.

Paolo e sua moglie ne hanno anche per il loro locatore: “Sono andato per parlare con il padrone della casa dove sono in affitto e volevo dirgli che mi ha affittato una casa senza mettermi al corrente che in questo palazzo ci sono dei cani da combattimento – racconta l’uomo – ma il padrone non mi ha ricevuto, mi ha fatto parlare con una segretaria. Sono intenzionato a proseguire per vie legali perché qualcuno deve pagare per i danni che abbiamo subito”.

Infine, a seguito del fatto, i due coniugi sono intenzionati a trasferirsi immediatamente altrove: “Non solo mia moglie ha subito un danno fisico, ma abbiamo dovuto patire anche un danno psicologico dovuto allo shock dopo quello che è successo – racconta il signor Paolo – e ora, come se non bastasse, c’è anche un danno di tipo economico perché dobbiamo trasferirci da un’altra parte con tutto quello che ne consegue” conclude.

CONTATTACI

Non siamo in giro in questo momento. Ma potete inviarci una e-mail e vi risponderemo al più presto.

Sending

©2020 ForumCani.com

or

Log in with your credentials

Forgot your details?